Traumi infantili

di SKA su Satira il 23 Giugno 2005, 17:29

Anch’io quando ero appena dodicenne, studente dai Salesiani, una sera andai ad attaccare i manifesti per la Democrazia Cristiana…
…passò un gruppo di comunisti e mi buttò giù dalla scala su cui ero salito per attaccare i manifesti”.

Tante cose si spiegano : deve aver battuta la testa

Malconcio, Berlusconi tornò a casa e fece fatica a spiegare alla madre che era stato malmenato: “Tanto che appena mi vide in quelle condizioni pensò che avessi combinato qualche marachella e mi diede il resto”.

Santa signora, c’aveva visto veramente lungo

Giorgio Canali - Testa di fuoco

fonte : Repubblica.it

Commenti 1 Commento »

Un Presidente Playboy

di SKA su Satira il 22 Giugno 2005, 18:09

Dopo il Presidente Operaio, il Presidente Imprenditore, il Presidente Allenatore ed il Presidente Presidente ecco qua, per la gioia dei più piccini, un nuovo eroe da aggiungere alla vostra collezione di giocattoli : il Presidente Playboy.

Il Presidente Playboy saprà rispolverare le sue arti ammaliatorie in qualsiasi momento, per vincere una partita di briscola, per portare a cena vostra moglie o addirittura saprà soffiare il posto per la nuova sede della nuova Agenzia Europea alla Finlandia, alla cui guida ha l’unica donna presidente in Europa: Tarja Halonen.

Da vero Macho saprà anche vantarsi davanti agli altri delle sue virili prestazioni, financo dinanzi il Presidente Barroso, che ne ha di cose da imparare nell’arte di “allisciarsi” le signore.

Ecco le migliori frasi che il vostro Presidente Playboy saprà sciorinare con virile arguzia davanti agli altri, cogliamo fior da fiore:

«Quando si insegue un risultato bisogna usare tutte le armi che si hanno a disposizione e quindi io ho rispolverato tutte le mie arti da playboy, ormai lontane nel tempo, e utilizzai una serie di sollecitazioni amorevoli nei confronti della signora presidente»

«c’è voluto un lungo lavoro diplomatico nel corso del quale io ebbi anche a fare la corte alla presidente della Finlandia»

«la superiorità del culatello sulla renna affumicata, «anche perché ho dovuto sottostare alla dieta finlandese e so cosa significa…»

Se poi chiama a casa l’ambasciata Finlandese per protestare formalmente ed «esprimere lo stupore per le affermazioni del premier italiano Silvio Berlusconi a Parma sulla presidente della Finlandia, Tarja Halonen»
non dovrete preoccuparvi di niente.
Assicuratevi che l’ambasciatore sia donna.

Al resto penserà lui
image

Tool - Prison Sex

Commenti Nessun Commento »

La Rivoluzione Leghista

di SKA su Satira il 20 Giugno 2005, 10:39

“Prodi potrebbe essere un degno presidente del Consiglio”
(Umberto Bossi, Ansa, 13 febbraio 1995).

“Il Nord nelle mani della mafia? Mai, canaglia di Arcore! Il futuro è con Prodi! La canaglia di Hammamet governa ancora nel nostro Paese e allora io dico: caro D’Alema, e allora io dico compagno Prodi, va bene con la buona creanza, ma guardate che qui c’è una rivoluzione da concludere e che non è ancora conclusa!”
(Umberto Bossi a Pontida, 7 luglio 1995).

2001-2005 – Governo Berlusconi:
Umberto Bossi – Ministro per le Riforme Istituzionali. (dimesso nel 2004, poi Eurodeputato)
Roberto Castelli – Ministro della Giustizia
Roberto Maroni – Ministro per il Lavoro e politiche sociali
Roberto Calderoli – Riforme istituzionali e devoluzione

La Rivoluzione Leghista inizia da qua

A Perfect Circle - A Stranger

Commenti Nessun Commento »

Nessuno tocchi Caino

di SKA su ControInformazione il 18 Giugno 2005, 13:11

Nessuno tocchi Caino è una lega internazionale di cittadini e di parlamentari per l´abolizione della pena di morte nel mondo. E’ un’associazione senza fine di lucro fondata a Bruxelles nel 1993 e costituente il Partito Radicale Transnazionale.

Il nome è tratto dalla Genesi. Nella Bibbia non c´è scritto solo ??occhio per occhio, dente per dente??, c´è scritto anche: ??Il Signore pose su Caino un segno, perché non lo colpisse chiunque l’avesse incontrato??. Nessuno tocchi Caino vuol dire giustizia senza vendetta.
—-
Con queste parole si presentano sul sito ufficiale di Nessuno Tocchi Caino, non è un’associazione giovane, ma con questo post esprimo il mio totale appoggio all’associazione nonchè ai loro obiettivi.

Non è possibile che in uno stato, ad esempio, come gli USA che ogni tre parole pronunciate dicono God Bless America viga ancora una pratica così barbara ed assassina.
La pena di morte è un omicidio legalizzato che muove esclusivamente da bassi e beceri istinti di vendetta.

Dopo aver visto morire ancora un’altra persona, anche fosse il peggiore assassino criminale, cosa rimane?
La convinzione forse di aver fatto Giustizia?

Nessuno Tocchi Caino.it

Daniele Silvestri - Aria

Commenti 1 Commento »

Denunciamoli!

di SKA su ControInformazione il 16 Giugno 2005, 20:38

L’ho già scritto qualche articolo fa, e ne ha già parlato il solito Beppe Grillo nonchè il mio amico Faciolo, ma adesso sarebbe il caso di piantarla di lanciare razzi nell’aere e rendere le Denunce Attive!.

L’art 98 comma 1 del Dpr. 30 marzo 1957 n°361 recita :
1. Il pubblico ufficiale, l’incaricato di un pubblico servizio, l’esercente di un servizio di pubblica necessità , il ministro di qualsiasi culto, chiunque investito di un pubblico potere o funzione civile o militare, abusando delle proprie attribuzioni e nell’esercizio di esse, si adopera a costringere gli elettori a firmare una dichiarazione di presentazione di candidati od a vincolare i suffragi degli elettori a favore od in pregiudizio di determinate liste o di determinati candidati o ad indurli all’astensione, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da lire 600.000 a lire 4.000.000. ”

mentre
La legge del 25.5.1970 n. 352 all’articolo 51 estende il precedente articolo anche ai Referendum.

Recatevi alla stazione di polizia o dei Carabinieri più vicina e denunciate chi ha deliberatamente indotto all’astensione il popolo italiano abusando della sua carica.

Riconosco che un cittadino singolo può avere paura ad esporre denuncia, perchè va firmata assumendosene le responsabilità .
Io mi rivolgo a tutte le associazioni che si sono battute per il Sì e per il Voto a farsi avanti.

Nel nome di quel poco di civiltà che è rimasta in Italia : DENUNCIAMOLI!

P.s. Il comitato Libertà e Scienza presieduto da Severino Antinori ed il Comitato per il “Sì” l’hanno già fatto. Uniamoci a loro!

Mr. Bungle - Squeeze me Macarone

Commenti Nessun Commento »

Resoconti di un mondo ribaltato

di SKA su Il Terzo Occhio il 12 Giugno 2005, 09:23

Ok, dichiaro ufficialmente che non sto sinceramente più capendo un Emerito di quel che succede nel mondo. Tolgo parzialmente spazio al Referendum per un rapido excursus delle migliori notizie di quest’ultimo periodo :

.Clementina Cantoni è stata Liberata, ma ha già annunciato che tornerà in Afghanistan tra 2 anni. Critiche dalla maggioranza : non può mica aspettare così tanto a togliersi di nuovo dalle balle

.Florence Haubenas e Hussein Hanoun sono stati liberati dopo 5 mesi di prigionia. Sollievo da ogni parte del mondo. Bush :”Lo vedete che la nostra strategia del Terrore funziona? Ora, sotto con la Syria

.Cancellato parzialmente il Debito Pubblico di 18 tra le nazioni più Povere. Il colpo di spugna si aggira su 55 miliardi di dollari, circa e ne beneficeranno :Benin, Bolivia, Burkina Faso, Etiopia, Ghana, Guyana, Onduras, Madagascar, Mali, Mauritania, Mozambico, Nicaragua, Niger, Ruanda, Senegal, Tanzania, Uganda e Zambia.
55 miliardi di dollari sottratti dal debito pubblico globale equivale a rattoppare il mio debito con Santino il pizzicarolo qua all’angolo. A proposito, Sig. Siniscalco, non è che potrebbe fare una manovrina spalma-debito anche per me?

.Francesco Rutelli, detto Er Cicoria, ha definitivamente gettato un colpo di spugna sui 4 neuroni rimastigli, da segretario del Partito Radicale a leader della sinistra fino a diventare un DemoCristiano D.O.C.. Per lui si prospetta una raggiante carriera d’opposizione al prossimo Governo Prodi

.Gianfranco Fini si è dimenticato che i suoi padri putativi stipularono i famosi Patti Lateranensi ed allora si è lasciato andare, sovvertendo anche le indicazioni, tutt’altro che arbitrarie, dell’altro Padrone Putativo. Per lui si profila una raggiante carriera a casa sua

.Papa Ratzinger sta cercando in tutti i modi di smentire le calunnie scritte su di Lui. Non lo fa apposta, ma proprio non ci riesce. In fondo fino a 17 anni quella divisa l’ha portata con slancio, senza mai pentirsene.
Prima l’anatema contro i rapporti al di fuori del matrimonio, poi contro gli omosessuali, poi l’incitamento ad aver timore di Dio infine ficca il naso nei nostri Referendum, con la solita solfa sulla vita non si vota. E mi fermo.
Per il futuro sono già pronti i guerrieri crociati da inviare in Terra Islamica, capeggiati da Oriana Fallaci, e la riapertura della New Saint Inquisition (anche il Vaticano si globalizza, perdìo) capeggiata dal Card. Ruini.

.Il cosidetto Ministro della Giustizia Castelli, non sapendo assolutamente nulla della sua materia si è impelagato nel difficile territorio dell’esistono le leggi, bisogna applicarle, giusto quando si è accorto che ci stanno 4 ragazze che si ostinano addirittura a portare il burqa. “In Italia non si può andare in giro mascherati”, ha ragione. Dovrebbero incriminare anche Buttiglione allora, perchè ora non mi vengano a dire che quella faccia sia veramente la sua.

Commenti Nessun Commento »

Vademecum del Referendario Informato

di SKA su Satira il 11 Giugno 2005, 09:56

In tutto questo marasma di vere e proprie stronzate sui quesiti Referendari e dagli argomenti da quest’ultimi trattati facciamo un po’ di Chiarezza :

Quesito 1 – Ricerca Scientifica – Scheda Celeste :

– attualmente gli embrioni non possono essere congelati, nè per successivi impianti nella madre nè per la ricerca scientifica.
Gli embrioni malati, utili alla ricerca verranno, con buona pace degli astensionisti. gettati nel cesso.
Se vince il Sì : gli embrioni che non possono essere impiantati potranno finalmente essere congelati per fini di ricerca scientifica e successivi impianti

– attualmente è vietato produrre embrioni per finalità di ricerca
Se vince il Sì : continuerà ad essere proibito produrre embrioni

– attualmente è vietato ricorrere a pratiche di eugenetica (selezione dell’embrione perfetto)
Se vince il Sì : continuerà ad essere vietato ricorrere all’eugenetica

-attualmente è vietata qualunque tipo di clonazione
Se vince il Sì : continuerà ad essere vietata la clonazione riproduttiva mentre sarà permessa la clonazione terapeutica ( per fare esperimenti sulle cellule staminali è necessario riprodurre il loro nucleo)

Quesito 2 – salute della donna – scheda arancio :

-attualmente possono sottoporsi a fecondazione medicalmente assistita soltanto coppie cui è stata documentata un’infertilità di tipo medico/patologico
Se vince il Sì : possono sottoporsi a fecondazione medicalmente assistita anche coppie affette da un’infertilità non documentabile, non di tipo medico/patologico quindi, ma magari di tipo psicologico

-attualmente per ricorrere a pratiche di fecondazione medicalmente assistita si deve dimostrare di aver percorso tutte le strade possibili
Se vince il Sì : possono sottoporsi a fecondazione medicalmente assistita anche coppie che non hanno tempo (in senso di tempo genetico, tarda età ) e soldi per percorrere altre strade che spesso risultano soltanto inutili e truffaldine

-attualmente è vietato sottoporsi a fecondazione medicalmente assistita alle coppie portatrici di malattie genetiche
Se vince il Sì : potranno sottoporsi a fecondazione medicalmente assistita anche coppie portatrici di malattie genetiche (sempre però su consiglio medico, che informerà quindi sui gravi rischi cui si va incontro e sconsiglierà di avere figli)

-attualmente possono essere fecondati al massimo tre ovo-citi con l’obbligo di impiantarli tutti
Se vince il Sì : potranno essere fecondati più di 3 ovociti e non dovranno essere impiantati tutti contemporaneamente ( si pensi a parti plurigemellari o ad un ovo-cita malato che per legge si è obbligati ad impiantare)

-attualmente in caso di fallimento della terapia la donna deve essere sottoposta ad un nuovo ciclo di stimolazione e ad un nuovo impianto di ovo-citi (stimolazioni ormonali ed estrazione degli ovo-citi vengono effettuati con pratiche invasive alle volte molto pericolose per la salute della donna -vedi Labaroscopia- )
Se vince il Sì : si potranno impiantare gli altri ovo-citi già fecondati evitando quindi di ricorrere ad ulteriori stimolazioni

-attualmente un embrione malato deve obbligatoriamente essere impiantato (divieto di congelamento) con l’altissimo rischio di avere poi un figlio malformato. Nei primi 3 mesi di gravidanza la donna può però ricorrere all’aborto terapeutico ([i]legge 194) ed uccidere di fatto il feto
Se vince il Sì : si potrà scoprire l’eventuale embrione malato e la donna potrà decidere di rifiutare l’impianto ed evitare così un successivo e lesivo aborto

Quesito 3 – diritti del concepito – scheda grigia:

-attualmente l’embrione, già al momento del suo concepimento (??), gode degli stessi diritti di una persona adulta
Se vince il Sì : l’embrione non potrà essere parificato ad una persona adulta, portatrice di diritti giuridici

-attualmente i diritti della madre dovranno essere sacrificati in nome del diritto all’integrità fisica dell’embrione (signore madri, dovete schiattare..)
Se vince il Sì : i diritti della madre prevarranno in qualsiasi caso di conflitto (come si è visto possono esservi degli embrioni malati, che possono minare la salute della madre, togliendo questo vincolo giuridico – squisitamente etico/cattolico – si considera l’embrione per quello che è, un semplice agglomerato di cellule parte della madre che può decidere autonomamente cosa farne)

N.B.: il parere negativo su questo quesito potrebbe far mettere di nuovo mano sulla legge sull’aborto in quanto il feto prematuro verrebbe riconsiderato un “cittadino” e quindi potrebbe addirittura profilarsi un’accusa di omicidio – fantascienza? –

Quesito 4 – fecondazione eterologa – scheda fucsia:

Nota: per fecondazione eterologa si intende una fecondazione in cui almeno un partner è esterno alla coppia (seme di un altro uomo o ovulo di un’altra donna)

-attualmente la fecondazione eterologa è tassativamente vietata
Se vince il Sì : coppie maggiorenni, coniugate o conviventi, di SESSO OPPOSTO (non vi sono possibilità per coppie omosessuali quindi), in età fertile ed entrambi viventi potranno accedere alla fecondazione eterologa

N.B. : in una legge non dovrebbero coesistere problematiche di tipo etico o divieti così tassativi, il referendum lascia soltanto la possibilità di scegliere, quindi si può tranquillamente scegliere di Non ricorrere all’eterologa. Non c’è bisogno di un divieto.

Concludendo : non credete alle panzane sull’Eugenetica(vietata), sulla clonazione(vietata), sulla possibilità di avere fratelli e sorelle sparsi per il mondo (eterologa – regolamentata) e sul fatto che l’embrione sia un bambino.

Questa è retorica cattolica ed ipocrita di basso livello. Perchè gli embrioni malati vengono gettati(ucciso un bambino), perchè c’è la possibilità di aborto(ucciso un bambino), perchè sono in commercio contraccettivi che distruggono l’ovo-cita anche il giorno dopo o una settimana dopo della sua fecondazione (ucciso un bambino).

Domenica 12 Giugno, prima di andare al Mare
Votiamo 4 Sì per la Vita e per la Ricerca

Commenti Nessun Commento »

Mi sento un po’ come Jack

di SKA su La dimanche des crabes il 10 Giugno 2005, 17:06

Caro Jack. O Alex,
sapevo che prima o poi avrei dovuto aver a che fare con la tua storia, in tutta la sua crudezza, rabbiosità , dolcezza ed ironia.
Ebbene sì, non sono stato un bravo tardoadolescenziale e non sono cresciuto con le tue storie, come se fosse ormai tappa fissa d’ogni ragazzo, per rendersi conto che la rabbia lo skazzo e la voglia-di-cambiare-tutto o di spaccare-il-mondo non sono sentimenti solo nostri, che covano dentro.
Ma sono condivisi, più o meno, da tutti.
Ok, da tutti no. Ci sono quelli che proprio non capiscono un emerito kazzo – lungi da me l’essere spocchioso – però, santoiddio, è così.

Orbene, ci sono arrivato tardi a leggerti e l’ho fatto tutto d’un fiato stavolta.
Ma ho anche capito perchè.
Sapevo già di cosa parlasse la tua “uscita dal gruppo”, però non avevo coraggio di viverti.
Perchè empatizzo troppo, perchè ho paura, soprattutto di sbattere ancora una volta contro me stesso. Non sai quante volte c’ho sbattuto.
E che kraniate.

Mi rendo conto di aver avuto paura di dire:”ma kazzo, sta raccontando la mia storia?”.
Fancazzista di prim’ordine, odiato dal 90% dei profii, botte di culo (o di genio) che ti aiutano a tirare avanti con dignità . Sovversivo e mai domo. Mi fumavano i coglioni per qualsiasi cosa, come ad un toro a cui, i coglioni, glieli stai effettivamente frantumando. Sempre vestito di nero, con l’aria e l’atteggiamento da pagliaccio-poeta-maledetto di stocazzo sempre per cazzi miei, anche nella foto di classe. O con la faccia da drogato o con il mitico gesto del “dito medio”. Perchè fanculo. Che cristo mi fotografi a fare?
Avrei decisamente empatizzato troppo. E mi sarei sin troppo immedesimato.

E poi avevo paura di fare la fine dell’amico Martino. A quei tempi ho guardato spesso da sopra i ponti chiedendomi “e se lo facessi, a chi fregherebbe realmente?”.
La risposta non l’ho mai trovata(cercata), ma è stata la codardìa a fermarmi ugualmente.

Poi ti ritrovi al funerale dall’amico con cui tiravi astucci a fondo classe e dici, kazzo, non può mica finire così. Ma ti pare giusto? Cioè, eravamo insieme là dietro a cazzeggiare ed ora io sono qui a piangere per lui? Ma che senso ha.
Ed infatti non ha alcun senso.

Mi sento inkazzato con la vita come allora, mi sento inkazzato con la gente come allora.
Questo mondo edulcorato dalla Tv, dai soldi, dalle modelle, dai vestitini firmati, dalla voglia-di-arrivare, per un po’ mi è scivolato via con il mio solito “ma sti cazzi”. L’avevo soltanto soppresso.

Vi odio e mi state sul kazzo. E questo credo possa bastare come estrema sintesi di un remake tardoadolescenziale. O no?

E poi c’è lei, anzi Lei. La mia piccola Aidi. Conosciuta in pieno periodo di skazzo-e-vedo-tutto-nero e da cui non sono più riuscito a staccarmi.
E’ stato grazie a Lei se sono uscito dal mio piccolo baratro, l’abbiamo fatto con le parole, la dolcezza, ancora parole, ed amore. Ed ancora parole.

Da allora non riusciamo più a staccarci, ed io, e lei, ci amiamo sempre di più.
Sì lo so, è una di quelle cose smielose, ma è così.
Cerchiamo ossessivamente il partner per una vita e quando trovi la fantomatica “anima gemella” che fai, la lasci scappare? Per cosa? Perchè non vuoi “fare una cosa seria”? Perchè “non mi va di legarmi”? Perchè “voglio divertirmi”? Io invece non mi diverto se non c’è Lei, dovrei farmene una colpa?
Beh, direi di no. Sticazzi. Devo stare bene io, mica voi.

Ok Jack, o Alex. Hai riempito quel tassello che mancava.
L’amico Faciolo mi parlò di te spesso, tramite i tuoi occhi mi ha fatto leggere le sue storie.
Io quelle storie invece le ho vissute.

Ed ora mi sento felice come la prima volta che l’ho baciata, rincoglionito come la volta che ci siamo ubriacati in Presidenza. Un po’ triste come quella volta che ho pianto.
Mi fa ancora male la mano.
Dovrei imparare a non prendere a pugni qualsiasi cosa nei momenti di rabbia.
Decisamente.

Ciao Vecchio Alex

The Doors - The End

Commenti 2 Commenti »

Parlamento Pulito!

di SKA su Satira il 7 Giugno 2005, 20:20

L’avessi fatta partire io quest’iniziativa non mi avrebbe cagato, ovviamente, nessuno.
Fortuna che il sempre ottimo Beppe Grillo da quando ha aperto il suo blog sta inanellando consensi sempre maggiori, soprattutto da chi, dopo il suo esilio non ha più potuto godere del suo parere sempre illuminante ed informato.

La nuova iniziativa che inizio a diffondere da qua è chiamata Parlamento Pulito!.
Il titolo dovrebbe dire tutto : questi signori deputati pluricondannati in via definitiva che diamine ci stanno a fare ancora in Parlamento?
Perchè nessuno dice niente?
Ecco la lista dei condannati in via definitiva in Parlamento :

Berruti Massimo Maria (deputato FI)
Biondi Alfredo (deputato FI)
BonsignoreVito (eurodeputato UDC)
Bossi Umberto (eurodeputato Lega Nord)
Cantoni Giampiero (senatore FI)
Carra Enzo (deputato Margherita)
Cirino Pomicino Paolo (eurodeputato Udeur)
Dell´Utri Marcello (senatore FI) (condannato per associazione mafiosa)
Del Pennino Antonio (senatore FI)
De Michelis Gianni (deputato NuovoPsi)
De Rigo Walter (senatore FI)
Frigerio Gianstefano (deputato FI)
Galvagno Giorgio (deputato FI)
Jannuzzi Lino (senatore FI)
La Malfa Giorgio (deputato PRI)
Maroni Roberto (deputato Lega Nord)
Rollandin Augusto (senatore Union Valdotain-DS)
Sgarbi Vittorio (deputato FI)
Sodano Calogero (senatore UDC)
Sterpa Egidio (deputato FI)
Tomassini Antonio (senatore FI)
Visco Vincenzo (deputato DS)
Vito Alfredo (deputato FI)

Non è chiaramente la gara a chi ha meno delinquenti tra le proprie file, c’è da annotare però che i signori della nuova P2-Forza Italia si danno un gran da fare.
Ma non sono ovviamente soli. Anzi, salutiamo il signor Visco.

Facciamoci sentire!
Un minimo di sana indignazione, o un minimo di coraggio nel far valere il proprio status di cittadini e non di asserviti

Fonte :BeppeGrillo.it

Xiu Xiu - Fabolous Muscles

Commenti 6 Commenti »

Giuro di dire la verità

di SKA su Satira il 6 Giugno 2005, 21:24

Dall’alto della sua condanna per Falsa Testimonianza:
“Alla Rai non sposterò nemmeno una pianta”
(Silvio Berlusconi, 29 marzo 1994).

“Mai mi occuperò di questioni televisive, per non dare l’impressione di voler favorire i miei affari, anzi starò più dalla parte della Rai che della Fininvest”
(Silvio Berlusconi, 30 maggio 1994).

“Le nomine Rai? Io me ne sto fuori e faccio bene. Il governo ne sta fuori. Non ne voglio sapere nulla”
(Silvio Berlusconi, Il Messaggero, 12 aprile 2002).

“La Rai? Mi tengo rigorosamente fuori. Non leggo neppure gli articoli, guardo solo i titoli, con tutte le candidature possibili e immaginabili. Non voglio parlare di questo tema di cui sono responsabili i presidenti delle Camere”
(Silvio Berlusconi, Ansa, 5 febbraio 2002).

“Il premier Berlusconi mi ha chiamato e mi ha detto: ‘Professore, lei è sempre stato al servizio del Paese, adesso è al Paese che deve dare un ultimo contributo e assumere la presidenza della Rai’. E, nonostante le mie perplessità , ho dovuto dare la mia disponibilità … La cosa è stata mal gestita. Sono molto contrariato. Gianni Letta e soprattutto Berlusconi certe cose le dovrebbero sapere. E le dovrebbero saper fare”
(Andrea Monorchio, La Stampa, 2 giugno 2005).

“Andrea Monorchio sarebbe andato benissimo come presidente della Rai, anche in vista della privatizzazione della tv pubblica… Io pensavo a Petruccioli come presidente, ci si può ripensare se tutto il centrosinistra è d’accordo. Altrimenti niente”
(Silvio Berlusconi, 2 giugno 2005).

Come già ricordato qualche post fa, questo Blog è esente da Berlusconi. Ecco spiegato il perchè di tutte queste stelline

Current 93 - All the pretty little horses

Commenti 2 Commenti »

Noia estiva

di SKA su La dimanche des crabes il 5 Giugno 2005, 20:20


Ed ecco riaprirsi il manto di una nuova notte
lunga
oscura
e titubante
ma anche questa passerà .

Solitudine d’estate
unica compagna d’una
noia viscerale
che annebbia la vista
e si riprende il fervore
della giornata

Corri dietro i sogni
e spera che siano loro a fermarsi.

Il tuo passo è troppo lento e stanco
ed i sogni non guardano indietro.

Commenti Nessun Commento »

Festa della Repubblica

di SKA su Notizie Commentate il 2 Giugno 2005, 10:27

Ha ben poco della Festa questa giornata.
Sì va bene, ricordiamo i valori su cui si è fondata la Repubblica, la Costituzione e tutto quello che volete.

Intanto però in Iraq altri 4 ragazzi sono morti perchè stanno in una guerra che dall’Italia non viene considerata tale. Diciamo che stanno là in vacanza.

Giuseppe Lima
Marco Briganti
Massimiliano Biondini
Marco Cirillo

4 elicotteristi che proprio per questo non hanno potuto neanche scegliere, ma sono stati “costretti”. Era il loro lavoro, questi erano i rischi.
Ma perchè una Repubblica che ripudia la guerra dovrebbe mandare a rischiare la morte delle persone in un luogo di Guerra?

Un 2 giugno con un nuovo ricordo per altre 4 persone morte inutilmente, 4 famiglie ancora una volta distrutte.
Questa volta è toccato ancora alla Tuscia, finirà mai questo massacro?

System of a down - Boom!

Commenti 7 Commenti »

Ferite

di SKA su La dimanche des crabes il 29 Maggio 2005, 20:05


Urla laceranti
sfregiano
il velluto del cielo

Di sangue
piangono
le ferite oscure

Orrore
Disagio
Paura

E sprofondano
nell’angoscia
assetate d’orgoglio

Vanificate d’umiliazione

Commenti Nessun Commento »

Fratelli

di SKA su La dimanche des crabes il 29 Maggio 2005, 18:20

Tempo fa qualcuno mi ha detto che le promesse esistano soltanto per essere deluse, come le regole.
Siete qui perchè qualcuno è contravvenuto alle regole direbbe Tyler Durden sotto la luce opaca di una lampadina, ed io, come davanti ad uno specchio a guardare il mio Tyler, a dire che vorrei prendermi a pugni, come fuori a quel bar.
Iniziare il mio Fight Club personale e ridestarmi dall’insonnia.

La sciocca promessa di non scrivere “cose personali” qui dentro è così scardinata.

Sono qui davanti ad autoconvincermi che dovrei scrivere tutto ciò che penso di getto, senza fermarmi a ragionare, a fare attenzione alle parole, o alla grammatica, alla sintassi. Non ha senso. Eppure continuo a farlo. Basterebbe lasciarsi trascinare dalle emozioni che ti percorrono la schiena, nonostante tutto anche io ne provo. Forse fin troppo E questo mio continuo stato di disagio, d’ansia, di malessere part-time non mi ha mai permesso di far sapere alle persone quel che provo per loro.
E’ confusione, sicuramente indecisione, probabilmente incapacità .

Ci sono riuscito solo con una persona, così apertamente, senza troppi freni o inibizioni.
Ora tu sei la seconda.
Non è un grosso risultato, apparentemente, ma per me lo è.

No, non sto parlando d’amore.
Sto parlando d’amicizia, quella vera, quella di cui non ti libereresti mai, quella che non riusciresti mai a scordare. O a rompere.

Mi ricordo i tempi in cui ero ancora bambino: mi posero nella situazione di scegliere tra l’amico con cui sono cresciuto sin dall’asilo e l’amico vicino di banco alle elementari. Con entrambi mi divertivo un mondo, ad entrambi volevo un bene dell’anima. Eppure dovevo scegliere, i loro due caratteri risultavano essere inconciliabili. Ed eravamo tutti e 3 soli, senza amici, se non noi.
Non volevo scegliere e non l’ho fatto. “Usciamo in tre, che c’è di male”. Pensavo.
Mi ricordo anche il pensiero di due minuti prima dell’uscita “che bello avere degli amici”.
Era effettivamente bello. Finchè non hanno litigato. E mi ritrovai a scegliere per forza, colpa di un pallone, colpa della gelosia, colpa della fiducia nell’amicizia.

E’ da quando mi sono pentito di aver allontanato quell’amico (quello d’infanzia) che non ho più avuto fiducia nell’amicizia.
O forse ho sempre avuto paura di dire nuovamente “che bello avere degli amici”. E perdere tutto. Ancora.

Per un pallone o per la politica: nessuna delle due motivazioni regge davanti ad un amico.
Ma lo riconosco soltanto ora.

Mi nascondo dietro il mio muro d’orgoglio fatto di tante parole, di tanti ideali, di tanta passione, ma resta troppo spesso invalicabile persino da me. Figuriamoci dagli altri.
Dal mio valico tiro la corda, con un pizzico di masochismo, per non so quale motivo. Forse per sentirmi sicuro, accettato, apprezzato. O addirittura disprezzato, ma pur sempre considerato.

Magari arriva un tuo sms e mi spiazza, non so che rispondere, la paura di non sapere cosa dire. Come sempre. O non voler dire nulla in quel modo, perchè adesso ho voglia di dirti tutto qua, tutto quello che non avrei saputo dire a parole o in 160 caratteri.
Come in un assurdo paradosso la paura di perdere un amico, ti porta ad attaccarlo, per essere sicuro che nonostante tutto la sua amicizia resti sempre immutata, per fartelo dire apertamente.

Per tornare bambino e dire: “che bello avere degli amici”.

E anche un po’ vaffanculo. Sì, vaffanculo. Perchè sto qui davanti a piangere come quel bambino, poche persone mi hanno visto farlo, tu stesso che hai vissuto con me anni difficili, mi hai visto farlo soltanto una volta. Finchè non sono scappato in bagno a spaccare una mattonella. E la mia mano.

Si cresce e si capisce, l’orgoglio va tirato fuori in altre occasioni. Non con gli amici.

Tutto questo credo basti da solo a spiegare cosa “realmente mi hai dato”.

Un Buddhista direbbe “ti amo”, da noi è convenzione dire “ti voglio bene”.
Non sono buddhista e non sopporto troppo le convenzioni, ma il concetto è chiaro.
Grazie, amico mio.


Di che reggimento siete
fratelli?

Parola tremante
nella notte

Foglia appena nata

Nell’aria spasimante
involontaria rivolta
dell’uomo presente alla sua
fragilità

Fratelli

Giuseppe Ungaretti – “Fratelli”

Diary of Dreams -- Bird without wings

Commenti 1 Commento »

Referendum, SI – NO – NON VOTO : ma perchè?

di SKA su ControInformazione il 29 Maggio 2005, 09:14

Fatevi la vostra idea. Nessun commento

Art. 48.

Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età .

Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico.

La legge stabilisce requisiti e modalità per l’esercizio del diritto di voto dei cittadini residenti all’estero e ne assicura l’effettività . A tal fine è istituita una circoscrizione Estero per l’elezione delle Camere, alla quale sono assegnati seggi nel numero stabilito da norma costituzionale e secondo criteri determinati dalla legge.

Il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile o per effetto di sentenza penale irrevocabile o nei casi di indegnità morale indicati dalla legge.

Links :
Comitato per il Referendum
I Quesiti referendari
Scarica il Testo Legge 40.pdf
Scheda dettagliata sui punti della Legge che andrebbero abrogati

Siti in favore del Referendum
Scheda sulla procreazione dello UAAR
Articolo di Luca Sofri
Dei mezzi filonazisti che dicono sia meglio NON VOTARE

Un unico ed ultimo consiglio : Votate
In una Democrazia Reale dovremmo essere Noi a scegliere per noi stessi e non un manipolo di legislatori che ha la nostra stessa esperienza e conoscenza della materia, ossia Nessuna

Commenti 5 Commenti »

Non votare chi ti dice di Non votare

di SKA su ControInformazione il 26 Maggio 2005, 22:04

Il ragionamento è semplice:
“Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico.” […]
“Il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile o per effetto di sentenza penale irrevocabile o nei casi di indegnità morale indicati dalla legge.”
(Art.48 Costituzione Italiana)

E fin qui ci siamo.
Ma allora mi chiedo : questi signori che ci invitano, più o meno cortesemente, a NON votare ad un Referendum Costituzionale, oltre ad essere essi stessi Anti-Costituzionali
come possono poi chiederci di andare a votare per Loro?

Black Flag - Depression

Commenti 3 Commenti »

Sette anni e non sentirli

di SKA su Satira il 25 Maggio 2005, 21:43

Che gioia.
Previti ha preso una condanna in appello a 7 anni di reclusione per il processo Imi-Sir, assolto con forma dubitativa (insufficienza di prove) per il processo Lodo Mondadori. Pacifico 7, Metta 6, Squillante 5, Rovelli 3, Battistelli 2. Bingo!
E in tutto questo si è gridato Gaudio e Tripudio!, il signor Previti, che siede da 11 anni in Parlamento, non ha preso la condanna all’ergastolo perciò non è un delinquente.
Per un processo condannato, per l’altro assolto con insufficienza.
E questi esultano “tesi accusatoria totalmente sconfessata”!

E’ come dire: se fai 2 rapine sei un ladro, se ne fai 1 no.

Ma in tutto questo qual’è la parte veramente comica? Siccome i piccoli gerarchi del regime se non difendono a spada tratta il loro padrone per più di 5 minuti stanno male non hanno saputo far altro che dichiarare :
Previti assolto per Lodo Mondadori = Berlusconi assolto

Ma perchè correre in difesa del padrone quando il padrone in quel processo non era neanche imputato ?

Misteri del Regime.
Vademecum del piccolo imputato:
Processo Guardia di Finanza: prescrizione.
Processo All Iberian1: prescrizione.
Processo All Iberian2: in corso.
Processo Medusa: assoluzione.
Processo Macherio: aministiato.
Processo Mondadori: prescrizione.
Processo Sme-Ariosto: assoluzione e prescrizione.
Processo Lentini: prescrizione.
Processo Telecinco: sospeso.
Processo Fininvest: prescrizione.
Processo Mediaset: richiesta rinvio a giudizio

Mi spiegate, tra l’altro, in tutti i suoi processi quando mai è stato assolto?

Dead Kennedys - Kill the poor

Commenti 1 Commento »

Fascisti su Marte

di SKA su Il Terzo Occhio il 24 Maggio 2005, 20:24

Cari i miei ex neo e post fascisti,
come mai non vedo e non sento nessuna parola dalle vostre bocche dopo l’ennesima rivisitazione del periodo Fascista, della sua totale inconcludenza, ferocia, idiozia e che soprattutto non ha portato altro che morte e distruzione per la Vostra tanto amata Italia?
Forse vi vergognate? Forse come al solito non sapete come rispondere? Ah, ma voi sapete dire soltanto che Mussolini ha fatto tanto bene all’Italia, l’ha bonificata, ha portato le pensioni, ci ha arricchito. Certo, certo. Ma chi l’ha bonificata l’Italia, i Fascisti? No, solo le braccia dei nostri nonni mentre i fascisti guardavano, ridevano e davano ordini. Per chi erano le pensioni? Per tutti? Ops, erano solo per quelli che NON votavano contro. Ci ha arricchito? Espropriandoci di tutto? Anche delle pentole in rame.
image
Il suo unico errore è stato allearsi con la Germania.
Vi affaticate tanto a tirare fuori i libri, i film, anche le mutande se fosse possibile, per dimostrare quanto orripilanti siano stati gli “altri” regimi e non avete neanche il coraggio di ammettere che il Vostro Duce non ha fatto altro che il didascalico “Armamioci, e partiTE”.
I film servono, talvolta, a ricordare che uno come Galeazzo Ciano si è ribellato al Regime per non far cadere l’Italia in quel disastro futuro che è stata poi la guerra. E’ stato fucilato. Ed era fascista.
Vi preoccupate tanto di mettere le banderuole a mezz’asta perchè degli Italiani sono stati ammazzati ferocemente da partigiani NON Italiani. E per gli Italiani fucilati dai fascisti Italiani?
Per loro non conta, sono morti per la patria. Loro.

… Perchè lui era forte, di lui manteniamo i busti in bronzo dentro casa, andiamo a Predappio a rendere onore a quell’eroe che era a capo di un regime che ci ha svuotato di tutto. Per prima la libertà .

Ma sì, ma sì. I partigiani erano cattivi…i partigiani hanno fatto le foibe, i comunisti qua i comunisti là …ma dite un po’ quel che cazzo vi pare.

Parlare dei Comunisti non vi esimerà dalle vostre responsabilità , sì perchè VOI che avete i busti di Mussolini in casa, Voi che ancora vi dite Fascisti, Voi che ancora difendete il Fascismo con lo specchietto per le allodole degli altri Regimi.
Voi, non siete altro che complici

CSI - Linea Gotica

p.s. E chi ha letto il post su Cuba abbia l’accortezza di non ripetere le solite menate sui comunisti ed il solio blablabla. Ogni cosa al suo posto.

Commenti 6 Commenti »

Anche io, come lui, mangio Pane e Cicoria

di SKA su Satira il 23 Maggio 2005, 18:44

“Berlusco’, ma perché cell’hai co mme? Ma io sto a lavorà per te! Mannaggia l’ingrato, ahò! Sò cinque anni che te portamo l’acqua cole recchie! Ma che ce voi pure ‘a scorza de limone? a Berlusco’! Me fa rabbia, ahò! Tutti a dì che in cinque anni nun avemo fatto niente. Ma in cinque anni de centrosinistra manco t’avemo toccato le televisioni. Nun te piaceva Prodi? Tre l’avemo mannato a l’estero, tac, trappolone, mannace ‘na cartolina da Bruxelles! Questi sò fatti… Ma perché sei così ‘ngrato? D’Alema la prima cosa che fa è annà a Mediaset a dì che è ‘na grande industria culturale e che te sei ‘n grande statista europeo, e pubblica tutti i libri co la Mondadori. Bossi faceva er drogato? Se lo semo pijati noi, te l’avemo disintossicato e te l’avemo ridato co la garanzia, ahò! Te dava fastidio Veronesi che nun piaceva ar Santo Padre? Te l’avemo isolato, nun se candida più: perché noi er Santo Padre l’anticipamo, nun ce deve manco telefonà . Berlusco’, ma che c’ho che nun te va? So troppo arto? Me sego le gambe! Ma che devo fa, Berlusco’? Tutti te volevamo bene, ma che voi de più, ahò! Sei n’ingrato! Sei ‘n padrone cattivo! Noi se semo fatti in quattro per te, Silvio, nun t’avemo mai chiesto li straordinari, manco li sabati e le domeniche, pè te, ahò! Pè fatte stà tranquillo sula barca. Gnente, ahò! A me me frega gnente, mo’ vado a Bruxelles. Ma me dispiace pè tanti omini onesti de l’Ulivo che hanno lavorato e lavorano pè te… Er Paese nun è de destra e manco de sinistra: er Paese è de Berlusconi! Io nun so chi vince ‘sto conflitto elettorale. Posso dì sortanto ‘na cosa: che, se vince Berlusco’… Berlusco’, ricordate de l’amici! Ricordate de chi t’ha voluto bbene!
(Corrado Guzzanti interpreta Francesco Rutelli, “L’Ottavo Nano”, 2001)

“Per tre anni ho tirato la carretta, ho mangiato pane e cicoria per consegnare a Romano Prodi un centrosinistra capace di vincere. Questa è la nostra realtà unitaria. Questa è stata la battaglia di anni. La Margherita è una forza al servizio di una forza più grande e se quel progetto unitario più grande esisterà , sarà soltanto se la Margherita sarà una forza vera”
(Francesco Rutelli, 19 maggio 2005)

Mr. Bungle - My Ass is on Fire

Commenti Nessun Commento »

Cuba: e questa è la Rivoluzione?

di SKA su ControInformazione il 22 Maggio 2005, 08:31

L’arresto e la conseguente espulsione dal territorio Cubano di due giornalisti italiani, Francesca Caferri (Repubblica) e Francesco Battistini(Corriere della Sera), riaprono le polemiche ed i legittimi dubbi sulla politica di Regime instauratasi nella piccola isola dopo la fantomatica Rivoluzione.
Non sto ad entrare nello specifico, ma questa sarebbe la Libertà ? Nel nome dell’Anti-Imperialismo ?
No, no è soltanto un altro Regime che si fregia indegnamente della dicitura di Comunismo. Così come tutti i maledetti regimi che hanno usato il loro blaterio anti-imperialista, rivoluzionario, chiusi-all’esterno, NOI siamo la verità . NOI sappiamo cos’è meglio per Voi.
Anzi, siccome lo sappiamo Noi vi togliamo dall’impiccio di pensare.
E’ evidente che se soltanto ci provate, ne pagherete le conseguenze.

E’ strano vedermi scrivere queste cose? Sono improvvisamente diventato un fascista? Un filo-americano? Un democratico-bombarolo?
Niente di tutto questo. — Disperazione —

Che ve ne rendiato conto o no, la nostra Testa è autonoma ed indipendente e – incredibile, ma vero – possiamo addirittura provare a pensare da soli! Lo so che è difficile, ma non si chiede mica la Luna.
Non sono gli altri a dover pensare per noi, non sono i clichè, non sono le logiche di partito, non sono gli amici, non sono i profitti, non sono i libri di gente che reputiamo intelligente solo perchè dicono questo di loro stesse.
Pensa da solo

E’ questa la vera Rivoluzione: pensare da soli, scegliere, informare sè stessi per essere informati, avere consapevolezza.
Senza di questi saremmo sempre vittime di un Regime.
Che poi si chiami Democrazia o Comunismo poco cambia…

…you can kill the Revolution, but you can’t kill the Revolutionary…

Tool & Rage Against The Machine - Revolution

Links:
Espulso Battistini, inviato del Corriere
Espulsa Francesca Caferri, inviata di Repubblica
Unione per la Libertà di Cuba

Commenti 2 Commenti »


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.