Fazisti su Marte

di SKA su Satira il 3 Agosto 2005, 21:56

Sulla questione delle intercettazioni telefoniche nel caso Antonveneta il sempre lucido Ministro Siniscalco ha dichiarato :
“C’è grande preoccupazione anche da parte dell’Unione Europea”… “la situazione rischia di creare problemi di credibilità al sistema Italia”.

Una domanda : ma quale credibilità dovrebbe avere questo fantomatico Sistema Italia?

Con un Premier che non perde occasione per fare il Buffone ad ogni sua uscita all’ UE.

Con la nostra considerazione internazionale come paese semi-libero per quanto riguarda la Libertà di stampa

Con un governatore della Banca d’Italia che viene beccato ad intrattenere liaisons dangereuses con Fiorani della Bpi mentre invece avrebbe dovuto controllarlo.

Con un Presidente del Senato, l’UomoPera, che invece di prendersela con il comportamento vagamente scorretto del Governatore, se la prende con la Magistratura che ha osato utilizzare delle intercettazioni telefoniche al Governatore. Peccato che siano stati intercettati tutti gli altri, che col Governatore non avrebbero dovuto parlare.

Con un Ministro della Giustizia che non ha capito di cosa si stesse parlando, aumentando ancor di più i sospetti letterari che vogliono la parola Castelli ed Intelligenza formare un ossimoro perfetto.
Anzi una cosa l’ha fatta : ha aperto un’azione disciplinare contro il giudice Forleo per aver contestato le modalità con cui 2 agenti di polizia avevano fermato un egiziano.
Una stronzata, direte.
Sì, ma il giudice Forleo è il gip di Milano dell´inchiesta Bpi-Antonveneta.
Appreso il concetto?

Detto questo: come si può pensare che l’Italia goda ancora di anche un briciolo di credibilità ?

Viviamo in un paese di Ottimisti, che son decisamente peggio dei Comunisti.

Elio e le storie tese - La terra dei cachi

Testo Integrale delle Intercettazioni telefoniche sul caso Antonveneta

Commenti 1 Commento »

Ma cosa protestate?

di SKA su Notizie Commentate il 31 Luglio 2005, 19:40

I tifosi del Genoa protestano.
I tifosi del Messina protestano.
I tifosi del Parma protestano.
I tifosi della Lazio protestano.
I tifosi del Napoli protestano.
Addirittura i tifosi della Sanremese protestano.

Gente che scende in piazza ed alza la voce, ma per cosa?
Perchè i vostri onorabili Presidenti hanno delle situazioni totalmente irregolari ?
Perchè i vostri Presidenti si vendono le partite e voi lì ad urlare, saltare, distruggere, ma soprattutto a Pagare.
Voi pagate il biglietto, gli abbonamenti, le partite su SKY(!!), sul DIGITALE TERRESTRE per questi delinquenti ?

Gli Italiani non protestano mai per un cazzo. MAI.

E voi protestate in difesa di Presidenti che rubano?
Di giocatori che prendono in un mese, minimo, 100 volte di più dello stipendio che prendete voi lavorando in fabbrica?
In difesa di una palla che rotola ?

Se al Governo c’è la Mafia, se c’è rischio di attentati, se fanno una guerra illegittima, se ci rubano i soldi con tasse inutili, se riformano il sistema giudiziario in loro favore, se ci propinano il Digitale Terrestre soltanto per fotterci, se continuano a prenderci per il culo con le televisioni

beh, non importa.

L’importante è che non mi si tocchino le Palle

MCR - Santa Maria del Pallone

Commenti 1 Commento »

Auguri per il mio compleanno

di SKA su Il Terzo Occhio il 28 Luglio 2005, 07:21

Dolce declina il sole.
Dal giorno si distacca.
un cielo troppo chiaro.
Dirama solitudine

Come da gran distanza
un muoversi di voci.
Offesa se lusinga,
quest’ora ha l’arte strana

Non è primo apparire
dell’Autunno già libero?
Con non altro mistero

Corre infatti a dorarsi
il bel tempo che toglie
Il dono di follia

Eppure, eppure griderei:
veloce gioventù dei sensi
che all’oscuro mi tieni di me stesso
E consenti le immagini all’eterno,

Non mi lasciare, resta, sofferenza!

(Giuseppe Ungaretti)

Commenti 1 Commento »

Che mondo sarebbe senza Mastella

di SKA su Satira il 25 Luglio 2005, 22:39

Sull’annoso dibattito politico che gira attorno alla questione del rifinanziamento della missione militare in Iraq è intervenuto il sen. Clemente Mastella con la sua proverbiale tenacia, coerenza e fermezza di idee.

“Per quanto mi riguarda, è l’ultima volta che voto a favore del rifinanziamento della missione in Iraq. Non si può giocare ancora con chi, come noi, staccandosi dalle scelte della propria coalizione, dà spontaneamente il voto. Quindi, come ho fatto scelte finora che riguardavano il rifinanziamento della missione dicendo sì, dalla volta prossima dirò dichiaratamente no
(Clemente Mastella, leader dell’Udeur, Ansa, 16 marzo 2005).

“Sul rifinanziamento della missione in Iraq voteremo come l’altra volta, voteremo sì
(Clemente Mastella, leader dell’Udeur, Il Resto del Carlino, 14 luglio 2005).

Ecco chi ci vuole al Governo.
Ce l’avevamo sotto il naso e non ce ne siamo neanche accorti.
Ci vuole lui.

Che mondo sarebbe senza Mastella?

Current 93 - Looney Runes

Commenti 3 Commenti »

Il ritorno della P2

di SKA su Satira il 21 Luglio 2005, 22:30

Finalmente il famoso Piano di Rinascita Democratica della Loggia P2 è totale via d’attuazione.
Mancano giusto 2 o 3 cosette, ma il grosso è fatto. Con gioia per la libertà . Vigilata, s’intende.
E così il Signor Berlusconi, tessera P2 1816 fa contento il suo mentore Licio Gelli, già pluricondannato per i reati commessi con la costituzione della Loggia Massonica (stragi, tentativi di colpi di stato, rapimenti, crack finanziari, cospirazioni politiche) attuando la controriforma dei giudici.
Separazione delle carriere, esami psicoattitudinali per evitare sempre di più che i futuri magistrati pensino ancora che la legge è uguale per tutti. (punto a1 dei Programmi e punto a1 dei Programmi Medio Termine del Piano di Rinascita).

Ed ecco così che il Contratto degli Italiani firmato da Vespa si trasforma sempre di più in questa carta eversiva ben nascosta nel doppiofondo della valigia di M.Grazia Gelli nel 1982, e sequestrata.
Città satellite, corruzione di giudici e giornalisti, dissolvimento della Rai a vantaggio della tv privata, rientro dei capitali sporchi dall’estero, presidenzialismo e tanto altro. Oggi viene discussa e votata nei tavoli del Parlamento.
Da sempre, anche con un certo qualunquismo, si è sostenuto che in Parlamento non ci fossero altro che dei criminali.
Oggi diventa una cosa normale, di buon auspicio per il futuro. E guai a dire il contrario
Leggete e vi stupirete da soli delle meravigliose coincidenze.

La corruzione dei giudici non basta (come dicono le condanne al Premier per i processi Mondadori e Sme-Ariosto – prescritti -) ci vuole proprio che se ne vadano a casa questi “pazzi” ed “antropologicamente diversi”.
Nel ’92 per togliersi dalle palle i due procuratori Antimafia Falcone e Borsellino c’è voluto il tritolo.
Oggi per togliersi dalle palle Caselli, candidato anch’esso alla Procura Antimafia, basta la legge.

Si sono evoluti.
O forse la crisi, ha colpito anche i fornitori di esplosivo.

Malfunk - 3 Scimmie

Commenti Nessun Commento »

Rincorsa

di SKA su La dimanche des crabes il 17 Luglio 2005, 21:32


Mi guardo indietro
e sto rincorrendomi.

Corro dietro alla vita per starle al passo
ad ogni passo
mi fermo
calmo
stop

Poi mi piace ripartire e sentire il vento
ad ogni metro mi
guardo indietro
mi fermo
quieto
stop

Guardo l’orologio e guardo
passare i minuti
mi sei vicina
lo sei sempre stata

con gli altri non sono quello che sono con te
tutti credono di sapere chi io sia
come sono fatto
perchè
come
io
tu

eppure non capiscono.
fa niente
l’importante è
sentire i nostri infiniti mondi
riunirsi in un gioco d’emozioni
solo noi.
tanto…

Commenti 2 Commenti »

Suicidio in Diretta

di SKA su La dimanche des crabes il 17 Luglio 2005, 16:25

Ne scrivo perchè devo esorcizzare questa paura. La paura che mi ha trasmesso leggere la notizia.
Ciro E.Milani era un blogger, l’ha aperto esclusivamente per annunciare il suo blog, assieme agli altri milioni di blogger che dicono solo e soltanto puttanate.
Una volta avrebbe fatto scalpore.
Adesso, ai più sensibili, lascia solo un po’ d’amaro in bocca.
Gli altri fanno spallucce..uno in meno, sticazzi, ma fottiti, abbiamo altri problemi ecc..

E finisce così.
Avanti il prossimo

Giorgio Canali - Questa è la fine

Commenti Nessun Commento »

Numeri del Terrore

di SKA su ControInformazione il 17 Luglio 2005, 09:06

Parliamo di numeri, che non possono essere fonte d’opinione.
Ci stiamo ancora strappando i capelli per le 50 vittime di Londra, vittime di un attentato.
Giusto. Si presume che ci dispiaccia perchè erano delle persone.
Non solo perchè occidentali. Si presume.

Ma quanti sono i morti tra civili e soldati dall’inizio del conflitto in Iraq?
Il conflitto è iniziato nel ’91, e non nel 2003.
Visto che i bombardamenti si sono susseguiti in tutti gli anni sino alla definitiva operazione Iraqi Freedom in cui ci si è accorti che, accipicchia, in Iraq c’è un Dittatore. Bisogna spodestarlo.
Secondo i dati forniti da PeaceRepoter i morti in Iraq sarebbero :
1991 : circa 100.000 civili iracheni e 250 soldati della coalizione

1998 (bombardamenti): circa 2.000 civili iracheni (per lo più curdi)

dal 2003 ad oggi: circa 18.000 civili iracheni e 1800 soldati

Embargo: a seguito dell’embargo economico e delle sanzioni Onu l’Iraq ha visto morire circa 1 milione di bambini per malnutrizione e mancanza di cure.

Dittatura: circa 100.000 morti tra curdi uccisi dal gas nervino e oppositori del regime

Costo della Guerra: $ 181.300.435.000 (in continuo aumento, per saperne di più clicca qua )
Tirate voi le conclusioni.

Ed ogni giorno le cifre della guerra aumentano. Si parla di circa 800 morti al giorno.
Ma nessuno si scandalizza se muoiono civili iracheni innocenti.
Non sono terroristi.
Ma ancora pretendiamo che loro non si incazzino?

Pensate se venissero a casa vostra, per prendersi le uova che avete nel frigo ad esempio, vi mettessero una serie di bombe in tutte le stanze, vi ammazzassero i famigliari, si impossessassero del divano, della Tv, della vostra stanza ancora rimasta intatta.
E poi vi dicessero adesso comandiamo noi, perchè ti abbiamo portato la libertà .

Ma a voi non girerebbero clamorosamente i coglioni ?

Faith no more - War Pigs

Fonti:
PeaceReporter : Scheda Iraq
Il regime di Saddam Hussein

Commenti Nessun Commento »

Forza Mafia

di SKA su ControInformazione il 15 Luglio 2005, 21:43

image
Test PsicoAttitudinale :
se vi dicessero a chiare lettere che il Presidente del Consiglio della vostra Nazione, che probabilmente avete anche votato, ha intrattenuto per 30 anni dei chiari e provati rapporti con la Mafia (sì quella che ammazza le persone, quella che fa le stragi, quella che chiede il pizzo, quella che traffica la droga, quella per cui noi Italiani siamo famosi nel mondo).

Voi che cosa pensereste?

Ecco dov’è il problema : il rischio che la gente possa anche pensare.
Quindi cosa c’è di meglio che far sparire la notizia da tutte le testate giornalistiche della bella Italia?
Tg1,Tg2,Tg3,Tg4,Tg5,StudioAperto,TgLa7, Corriere della Sera, Repubblica, Il Giornale, Il Foglio, ecc.. da bravi prestidigitatori dell’informazione han fatto sparire la notizia.
Ed i primi 7 sono telegiornali.
E noi Italiani non siamo di certo rinomati lettori di quotidiani.

Ma qual’è la notizia?
Il Tribunale di Palermo condanna a 9 anni il senatore Marcello Dell’Utri per mafia
La sentenza afferma che :
-Dell’Utri è stato per 30 anni il mediatore fra Cosa Nostra e l’attuale presidente del Consiglio Silvio Berlusconi;
-conferma i sospetti di riciclaggio di denaro sporco, visto che i finanziamenti alle holding della Fininvest fra gli anni 70 e 80 restano molto “poco trasparenti” e il premier ha rifiutato di chiarirli;
-dimostra come Dell’Utri e Berlusconi assunsero come “soprastante”, cioè come responsabile della villa di Arcore, il boss Vittorio Mangano grazie ai loro “contatti personali con alcuni capimafia come Stefano Bontate, Girolamo Teresi e Gaetano Cinà “;
-dimostra come Berlusconi sia “un industriale disposto a pagare (Cosa Nostra) pur di stare tranquillo”
-dimostra i trentennali rapporti del premier e del suo braccio destro con la più feroce organizzazione terroristica mai vista, “il sodalizio criminoso più pericoloso e sanguinario del mondo”, anche dopo le stragi del 1992-’93 che hanno ucciso i giudici Falcone e Borsellino

Proprio mentre si varano norme Anti Terrorismo.

Ma del Terrorismo che abbiamo in casa si occupa più nessuno?
Come fare a saperlo se gli organi d’informazione non informano?
Ma quai a parlare di Regime. Fa paura.
Se parliamo di Mafia fa meno paura?

Modena City Ramblers - I 100 passi

Intervista integrale a Paolo Borsellino prima del suo assassinio
Sentenza integrale della condanna di Marcello Dell’Utri a 9 anni per associazione mafiosa

Commenti 1 Commento »

Figli di un Dio relativo

di Reverendo SenzaDio su L'ora di religione il 13 Luglio 2005, 19:55

1.: Ma lo sai che nel mondo ci sono persone che credono ad un altro Dio?
2.: Sì che lo so
1.: E sai anche che nel passato le persone hanno creduto che vi fossero tanti Dèi, che poi però sono morti?
2.: Certo
1. : Pensa che culo abbiamo noi a credere in quello giusto

Contro il Relativismo basta usare il Fondamentalismo

Francesco Guccini - Dio è morto

Testo della canzone

Commenti Nessun Commento »

Le 10 copertine più brutte di sempre

di SKA su Il Terzo Occhio il 12 Luglio 2005, 17:47

http://porktornado.diaryland.com/albumcover.html

In un periodo così triste, anche da queste parti cerchiamo di stemperare i toni.
Rendiamo grazie a quest’uomo per renderci gioie di tale portata.

image
e questo è solo un assaggio.

Commenti 2 Commenti »

LEGAteli ad un palo

di SKA su Satira il 5 Luglio 2005, 22:04

image
Queste persone ci rappresentano al Parlamento Europeo.

Queste persone insulse hanno ancora la possibilità di parlare in pubblico.
Siamo in Democrazia, direte voi.
Ma ogni sana Democrazia dovrebbe essere capace di zittire, espellere ed ignorare gente come questa.

Proprio perchè con la Democrazia non hanno niente a che spartire.

In uno Stato con un po’ di dignità queste persone che hanno non più del 4% sarebbero considerate una minoranza, sia politica che intellettuale.

Invece stanno nella maggioranza

Parlamentari della Repubblica Italiana
Deputati della Repubblica Italiana
Ministri della Repubblica Italiana

Ed inneggiano alla Padania. La Lega Nord.
Sembrano quegli idioti della Liga Artica di cui parla Stefano Benni in Baol
Più a Nord di noi non c’è nessuno dicevano

Persone che dovrebbero rappresentare l’Italia tutta.
Che si sbracciano a dichiararsi Cattolici, quando si sposano con riti Celtici

Abbiamo abboccato alla loro ignorante propaganda
Ai giochi politici, come questo, per risollevare la posizione del Premier e della coalizione

Borghezio fa la parte del deficiente che fa da capro espiatorio a scuola.
Che prende le botte dai bulli pur di stare con loro
Che si fa pigliare ad insulti pur di essere considerato
Che si fa cacciare dall’aula al posto tuo, per farti capire che è fedele

Tutto questo lo abbiamo voluto
E tutto questo ce lo meritiamo

Can - Mushroom

Commenti 1 Commento »

My name is Sfiga

di SKA su Il Terzo Occhio il 4 Luglio 2005, 17:17

image

Qualcuno mi regali questo libro.

Non sono di quelli che spara a casaccio “io ho una sfiga che nemmeno potete credere”

Eppure devo smentirmi.

Consiglio a tutti : se pensate di potervi presentare ad un esame non avendo studiato 8 pagine su 800 giusto perchè tanto non me le chiede, ti pare.
Beh, non fatelo.

Legge di Murphy : Se qualcosa dovrà andar male, lo farà

Bugo - Io mi rompo i coglioni

Commenti 2 Commenti »

Tristezza d’una Laurea

di SKA su Il Terzo Occhio il 1 Luglio 2005, 23:35

image

Quest’uomo il 12 Luglio si laureerà .

Se tutto va bene il 16 Luglio a me mancheranno ancora 6-7 esami.

Qualcuno mi spieghi chi è il deficiente in tutto questo, perchè non lo so più.

Commenti 3 Commenti »

Quelli che è meglio il Burkina Faso

di SKA su Satira il 27 Giugno 2005, 13:43

Dopo l’essere presi direttamente per il culo da Svezia, Danimarca ed ultimamente Finlandia.
Dopo l’essere presi indirettamente per il culo da Stati (con tutto il rispetto) come Palau, Micronesia, Tuvalu, Mali, Namibia, Botswana, Timor Est e Kiribati(!) e altri, tutti quanti considerati Liberi nella classifica stilata dalla Freedom House sulla Libertà di Stampa, ora anche in Burkina Faso si sentono (giustamente) in dovere di farsi beffa di noialtri Italioti.
Forse in segno d’amicizia, perchè anche loro, come noi sono considerati Parzialmente Liberi. Loro 89 noi 79, immediatamente dietro a Bolivia e Bulgaria.
Ma possiamo comunque vantare di essere immediatamente sopra alla Mongolia.
Bisogna puntare su questo secondo me.
Sorridi, e tutto sembrerà più bello.
image

fonti:
Freedom House
Glez, Journal du Jeudi, Burkina Faso

Crucifix - Annihilation

Commenti Nessun Commento »

Il Cavaliere di Hardcore

di SKA su Satira il 24 Giugno 2005, 21:12

Se cinque anni fa ci avessero predetto una crisi diplomatica con la Finlandia, avremmo pensato a una barzelletta. Ma l’Italia del Presidente Playboy ha questo di bello: prima o poi le barzellette si avverano. Infatti, dal 2001 a oggi, siamo riusciti a scontrarci anche con Danimarca, Svezia e Norvegia. Con la Danimarca quando il Cavaliere di Hardcore, in diretta tv fuori dalla fascia protetta, offrì la sua signora al premier Rasmussen. Con la Norvegia quando il nostro ambasciatore intimò al Festival di Oslo di oscurare il documentario della Pbs americana “Citizen Berlusconi” (risposta: prima una pernacchia, poi la proiezione del film per tre sere consecutive). Con la Svezia quando la tv pubblica di Stoccolma trasmise uno spot che diceva “Siamo una tv libera, non la Rai di Berlusconi” e il governo italiano convocò l’ambasciatore svedese (questi rispose che i reclami per gli spot della tv svedese vanno rivolti alla tv svedese, che non ha nulla a che fare col governo svedese: lì si usa così).
Insomma ci siamo fatti conoscere in tutta la Scandinavia.
E c’è ancora un anno (almeno) di tempo per allargarci alla Lapponia e all’isola di Pasqua. Lo schema è fisso: il governo italiano convoca gli ambasciatori esteri quando accade qualcosa di normale, che Bellachioma ovviamente trova anormale; i governi stranieri convocano l’ambasciatore italiano quando accade qualcosa di anormale, che Bellachioma ovviamente trova normale. Il nostro pensiero commosso va ai rappresentanti del corpo diplomatico che, a ogni passaggio del Cavalier Crescina, devono inventarsi scuse penose per giustificarne le parole e le opere. Meritano doppia l’indennità -rischio: appena apre bocca, perdono la faccia.
Ma stupisce lo stupore. Che ci si aspettava da uno così? Continua a leggere »

Commenti 3 Commenti »

Traumi infantili

di SKA su Satira il 23 Giugno 2005, 17:29

Anch’io quando ero appena dodicenne, studente dai Salesiani, una sera andai ad attaccare i manifesti per la Democrazia Cristiana…
…passò un gruppo di comunisti e mi buttò giù dalla scala su cui ero salito per attaccare i manifesti”.

Tante cose si spiegano : deve aver battuta la testa

Malconcio, Berlusconi tornò a casa e fece fatica a spiegare alla madre che era stato malmenato: “Tanto che appena mi vide in quelle condizioni pensò che avessi combinato qualche marachella e mi diede il resto”.

Santa signora, c’aveva visto veramente lungo

Giorgio Canali - Testa di fuoco

fonte : Repubblica.it

Commenti 1 Commento »

Un Presidente Playboy

di SKA su Satira il 22 Giugno 2005, 18:09

Dopo il Presidente Operaio, il Presidente Imprenditore, il Presidente Allenatore ed il Presidente Presidente ecco qua, per la gioia dei più piccini, un nuovo eroe da aggiungere alla vostra collezione di giocattoli : il Presidente Playboy.

Il Presidente Playboy saprà rispolverare le sue arti ammaliatorie in qualsiasi momento, per vincere una partita di briscola, per portare a cena vostra moglie o addirittura saprà soffiare il posto per la nuova sede della nuova Agenzia Europea alla Finlandia, alla cui guida ha l’unica donna presidente in Europa: Tarja Halonen.

Da vero Macho saprà anche vantarsi davanti agli altri delle sue virili prestazioni, financo dinanzi il Presidente Barroso, che ne ha di cose da imparare nell’arte di “allisciarsi” le signore.

Ecco le migliori frasi che il vostro Presidente Playboy saprà sciorinare con virile arguzia davanti agli altri, cogliamo fior da fiore:

Quando si insegue un risultato bisogna usare tutte le armi che si hanno a disposizione e quindi io ho rispolverato tutte le mie arti da playboy, ormai lontane nel tempo, e utilizzai una serie di sollecitazioni amorevoli nei confronti della signora presidente

c’è voluto un lungo lavoro diplomatico nel corso del quale io ebbi anche a fare la corte alla presidente della Finlandia

la superiorità del culatello sulla renna affumicata, anche perché ho dovuto sottostare alla dieta finlandese e so cosa significa…

Se poi chiama a casa l’ambasciata Finlandese per protestare formalmente ed esprimere lo stupore per le affermazioni del premier italiano Silvio Berlusconi a Parma sulla presidente della Finlandia, Tarja Halonen
non dovrete preoccuparvi di niente.
Assicuratevi che l’ambasciatore sia donna.

Al resto penserà lui
image

Tool - Prison Sex

Commenti Nessun Commento »

La Rivoluzione Leghista

di SKA su Satira il 20 Giugno 2005, 10:39

“Prodi potrebbe essere un degno presidente del Consiglio”
(Umberto Bossi, Ansa, 13 febbraio 1995).

“Il Nord nelle mani della mafia? Mai, canaglia di Arcore! Il futuro è con Prodi! La canaglia di Hammamet governa ancora nel nostro Paese e allora io dico: caro D’Alema, e allora io dico compagno Prodi, va bene con la buona creanza, ma guardate che qui c’è una rivoluzione da concludere e che non è ancora conclusa!”
(Umberto Bossi a Pontida, 7 luglio 1995).

2001-2005 – Governo Berlusconi:
Umberto Bossi – Ministro per le Riforme Istituzionali. (dimesso nel 2004, poi Eurodeputato)
Roberto Castelli – Ministro della Giustizia
Roberto Maroni – Ministro per il Lavoro e politiche sociali
Roberto Calderoli – Riforme istituzionali e devoluzione

La Rivoluzione Leghista inizia da qua

A Perfect Circle - A Stranger

Commenti Nessun Commento »

Nessuno tocchi Caino

di SKA su ControInformazione il 18 Giugno 2005, 13:11

Nessuno tocchi Caino è una lega internazionale di cittadini e di parlamentari per l´abolizione della pena di morte nel mondo. E’ un’associazione senza fine di lucro fondata a Bruxelles nel 1993 e costituente il Partito Radicale Transnazionale.

Il nome è tratto dalla Genesi. Nella Bibbia non c´è scritto solo ??occhio per occhio, dente per dente??, c´è scritto anche: ??Il Signore pose su Caino un segno, perché non lo colpisse chiunque l’avesse incontrato??. Nessuno tocchi Caino vuol dire giustizia senza vendetta.
—-
Con queste parole si presentano sul sito ufficiale di Nessuno Tocchi Caino, non è un’associazione giovane, ma con questo post esprimo il mio totale appoggio all’associazione nonchè ai loro obiettivi.

Non è possibile che in uno stato, ad esempio, come gli USA che ogni tre parole pronunciate dicono God Bless America viga ancora una pratica così barbara ed assassina.
La pena di morte è un omicidio legalizzato che muove esclusivamente da bassi e beceri istinti di vendetta.

Dopo aver visto morire ancora un’altra persona, anche fosse il peggiore assassino criminale, cosa rimane?
La convinzione forse di aver fatto Giustizia?

Nessuno Tocchi Caino.it

Daniele Silvestri - Aria

Commenti 1 Commento »


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.