Ebay acquista Skype

di SKA su ControInformazione il 15 Settembre 2005, 20:50

La notizia è di pochi giorni fa : Ebay ha acquistato Skype per un’operazione di 2,6 miliardi di dollari.
Una parte la pagano in cash.
L’altra la pagano in concambio di azioni con gli azionisti Skype per un totale di 32,4 milioni fino al 2009.
Ancora un fuoco fatuo delle nostre libertà , come è stato per Napster anche l’ormai noto servizio di telefonia VoIp se ne cade in mano alle multinazionali.
Nel giro di 2 anni Skype ha raggiunto quota 54 milioni di utenti.
Ebay invece controlla direttamente il servizio di pagamento Paypal, tramite cui è possibile effettuare la ricarica del proprio credito telefonico in Skype.

Andrà ridimensionata la visione che abbiamo avuto sino ad ora del software, vessati dalla parola gratuito e dai bassi costi sulle telefonate.
Esistono ancora servizi VoIp non controllati dalle Multinazionali. Usiamo quelli.

Ora mi chiedo : come avete letto sopra Skype è controllato dai soliti Azionisti.
Una S.p.a.

Perchè Beppe Grillo che si scaglia con furia contro i Super-Azionisti italiani e le loro centinaia di aziende controllate sempre dagli stessi consiglieri, si prodiga così tanto a pubblicizzare una Società per Azioni come è Skype?

Chiunque può acquistare delle azioni.
Anche Grillo

Black Flag - Depression

Fonti:
Ebay Acquista Skype – su Repubblica.it
Ebay compra Skype – su HWupgrade
Ebay acquista Skype – su Ansa.it
Ebay to acquire Skype – su Skype.com

Commenti 4 Commenti »

Punto del Grillo

di SKA su Il Terzo Occhio il 12 Settembre 2005, 16:38

Sono stato a vedere dal vivo lo spettacolo di Beppe Grillo.
Ho anche il Dvd.
Quindi ho volontariamente speso dei soldi per vederlo, ridere ed avere anche qualche informazione.

Purtroppo da un po’ troppo tempo Grillo da comico quale ancora si professa si stia trasformando in un informatore, si auto-considera una sorta di profeta e si comporta come un imbonitore.
Ma sono solo mie impressioni, opinioni.
Come la metà delle sue informazioni, sono solo opinioni. Per questo criticabili o meno.

Nel post precedente parlavo di censure e signoraggio.
Ad onor del vero : i cosidetti censurati non sono diventati altro che dei continui disturbatori del Blog in vena di protagonismo e che vogliono “smascherare” a tutti i costi le “magagne del Beppe”.
Sempre ad onor del vero, Grillo parlava di Signoraggio già 5 anni fa e lo ha fatto ancora il 28 Aprile scorso. Le prove documentate qua
Ormai Grillo nelle coscienze italiane ha preso il ruolo di un eroe.
C’è chi lo segue e lo difende ciecamente.
C’è chi lo “sputtana” per il solo gusto di vederlo crollare prima o poi.

Non sono in nessuna delle 2 categorie, sono contento di ridere per 2 ore e nel frattempo mi ricordo quel quadro di questioni che, chi frequenta assiduamente il web come me conosce benissimo, ma di cui in Italia non si parla mai.
Allo stesso tempo critico duramente questo suo atteggiamento che, alla fin fine, si dimostra soltanto come il suo lavoro da cui quindi non cerca altro che profitto.
Non dico certo che ci ruba i soldi, sarebbe da idioti.

Ma per fare il suo lavoro ha scelto la strada più semplice : sfruttare le sue conoscenze per attaccare indiscriminatamente e ferocemente la destra così come la sinistra e tutti i potenti dell’economia italiana.
Lui sa benissimo che gli Italiani non sono altro che dei pecoroni, incita alla Rivoluzione col più banale degli atteggiamenti populistici, urla, sbraita, fa ridere.
E viene acclamato da tutti, perchè dice cose giuste. Inattaccabile.

Così vende sè stesso ed i suoi prodotti
Lui dice che noi paghiamo i suoi spettacoli per “sovvenzionare la sua lotta, per pagare gli avvocati ed i processi…”.
C’è da dire però che se non facesse questo lavoro non avrebbe processi da affrontare.
Pone dei problemi, spesso sin troppi, ma lascia tutti a bocca asciutta.
Quali sono secondo te le soluzioni? Sono veramente i pennarelli e il Bostik?

Critica duramente il circuito delle Prevendite di TicketOne (Marco Tronchetti Provera) però dimentica che i suoi spettacoli sono in vendita sul circuito Universal Ticket e che si prendono 3 euro a biglietto.

Perchè pubblicizza apertamente e soltanto Skype quando esistono altri software VoIp che sono alla pari o addirittura più convenienti? (Es. VoipBuster
Ieri sera pensavo ad una frase : Grillo è una specie di Masaniello che vorrebbe salvarti il culo mettendoci il suo pisello.

Oggi penso che sia comunque meglio il pisello di un Grillo che un Tronchetto Provera.

Faith No More - Gentle Art of Making Enemies

Commenti 1 Commento »

L’uomo del giorno dopo

di SKA su Il Terzo Occhio il 3 Settembre 2005, 09:59

image image

Esiste un filone di pensiero che considera gli scrittori, i registi o gli sceneggiatori come delle menti più sensibili, in grado di vedere il futuro o addirittura delle altre realtà esistenti su mondi paralleli al nostro.
L’idea di un mondo parallelo in cui esistano Superman, Batman, la macchina del tempo, Gandalf e Frodo e tutti i protagonisti dell’immaginario racchiuso in ognuno di noi, è sinceramente stuzzicante, allettante. Un sogno.

Da agnostico razionalista quale mi considero vedo invece, nelle menti di quegli artisti, la capacità di vedere e collegare gli elementi attorno a sè, e vedere oltre.

Leggendo le notizie e guardando le immagini del disastro a New Orleans mi sono venute alla mente 2 storie affascinanti e “futuriste” che hanno fatto parte del mio personale immaginario, in passato e tutt’ora.

La prima è del libro L’uomo del Giorno dopo (The Postman) di David Brin scritto nel 1985 (nel 1997 ne è stato ricavato un film diretto ed interpretato da Kevin Costner, balzato in testa ad una classifica quantomeno particolare : quella dei più brutti film di fantascienza).

La seconda è quella di Kenshiro, il fumetto poi diventato cartoon ideato da Tetsuo Hara, anch’esso nato negli anni ’80, 1984.

Non sono, chiaramente, le battaglie e le storie che ruotano attorno ai protagonisti ad essermi tornate alla mente.
Bensì lo sfondo.

Entrambi vivono in un mondo distrutto (da guerre nucleari ndr), in totale decadenza, dove vige l’anarchia e proliferano la violenza, i saccheggi, gli omicidi.
La paura.
L’istinto di sopravvivenza.

A New Orleans ci ho visto tutto questo, e continueremo a vederlo per lungo tempo.
Per catastrofi naturali o artificiali prima o poi arriveremo tutti a quel livello di autodistruzione.
E sarà soltanto colpa nostra.

Hara e Brin l’avevano visto negli anni ’80, per loro il futuro è adesso.
Ci avevano azzeccato.

Commenti 1 Commento »

Quella storia che ci Lega

di SKA su Satira il 31 Agosto 2005, 16:19

image
Foto di Maroni

Questa è la storia di un partitello, insulso, inutile e populista del quale neanche i propri esponenti han ben capito cosa farne.
Da che parte schierarsi l’hanno capito però, dal più ricco.

Umberto Bossi in un passato ormai remoto riusciva ancora a dire cose sensate:
“La Fininvest e’ nata da Cosa Nostra. Ci risponda: da dove vengono i suoi soldi? Dalle finanziarie della mafia? A me personalmente Berlusconi ha detto che i soldi gli erano venuti dalla Banca Rasini. In quella stessa banca lavorava anche il padre di Silvio e c’erano i conti di numerosi esponenti di Cosa Nostra.”

“Bisognerebbe conoscere le sue radici, la sua storia. Gelli fece il progetto in Italia e c’era il buon Berlusconi nella P2. Poi nacquero le holding. In Forza Italia ci sono oblique collusioni fra politica e omertà criminale e fenomeni di riciclaggio. L’uomo di Cosa Nostra, con la Fininvest, ha qualcosa come 38 holding, di cui 16 occulte. Io con Berlusconi sarò il guardiano del baro. Siamo in una situazione pericolosa per la democrazia: se quello va a Palazzo Chigi, vince un partito che non esiste, vince un uomo solo, il Tecnocrate, l’Autocrate. Io dico quel che penso, lui fa quel che incassa. Tratta lo Stato come una società per azioni. “

E tutti gli altri esponenti del partitello erano concordi.
Poi nel 2001, patapunfete, tutta la Lega in blocco dalla parte di Cosa Nostra e della P2.

Ma gli esponenti del partitello in un passato molto meno remoto erano schierati apertamente contro Fazio.

“Se non se ne va, proporrò una legge per mettergli una scadenza. Non è possibile che la legge costringa alla pensione fior di medici e non dica nulla sui limiti d’età in incarichi istituzionali delicatissimi”
Calderoli 26-12-2003 dopo lo scandalo Cirio Parmalat

“è utile e opportuno il mandato a termine del governatore: l’unica carica elettiva a vita legittima è quella del Santo Padre
Maroni 10-1-2004

“Fazio fa lo scaricabarile in perfetto stile fazioso. Spieghi il ruolo dei poteri forti in Italia, il loro collegamento con la massoneria internazionale, e la sua amicizia con il plurindagato Geronzi. Perchè Beppe Grillo sapeva tutto e il governatore ignorava tutto?”
Il ViceCapogruppo Federico Bricolo 26-1-2004

Nel contempo clamorosa fiaccolata Leghista al grido di “Fazio Vattene!”

“In aula ribadiremo la nostra posizione per il mandato a termine. Siamo contro le monarchie assolute a vita, con l’unica eccezione del Papa”
Maroni 21-1-2005

passano 2 mesi…

“à? passata una linea che abbiamo condiviso. La Lega ha fatto alcune riflessioni e ha ritenuto alla fine che fosse meglio così, lasciando a Bankitalia di decidere in autonomia”
Maroni 3-3-2005

passano 4 mesi…Fazio, Fiorani & i Furbetti del Quartierino vengono beccati ad inciuciare via telefono

“Fazio sta diventando il capro espiatorio delle colpe colossali delle banche per Cirio e Parmalat.Sembra che la causa di tutti i mali sia lui. Mi sorprende lo spirito giustizialista di alcuni esponenti della Cdl. Sembra di esser tornati al ’92, quando bastava un avviso di garanzia per provocare dimissioni”
Maroni 4-8-2005

Che succede?
Perchè la Lega torna sui suoi passi, facendo attenzione a cancellare bene le orme?
Perchè d’un tratto diventa un partitello pro-Fazio o se preferite Fazista ?

5 Ottobre 2004 : Fiorani acquista la Banca Credieuronord, banca Leghista, salvandola dal tracollo, dopo che però oltre 6mila cittadini padani si son fatti fregare.
Nella dirigenza della Banca militano esponenti di spicco della Lega (niente nomi).

In quest’estate turbolenta Fiorani inciucia con Fazio, i leghisti inciuciano con Fiorani, quindi anche con Fazio.

Più che una cronaca politica, sembra una cronaca erotica

Buon ménage à trois a tutti.

Triad - David Crosby

Fonti:
Bananabis, articoli di Marco Travaglio

Commenti Nessun Commento »

La Morale sotto le scarpe

di SKA su Satira il 23 Agosto 2005, 07:44

image
Fonte : Repubblica.it

Nel sempre fervente siparietto politico italiano si fa come nei giornalini dell’Enigmistica.
Si dice una parola, la si butta in pasto a Tv e Giornali e poi inizia il gioco del
Affrettati a dire la tua
Ogni concorrente politico ha il dovere di esprimere il proprio “pensiero” (ed il virgolettato è anche poco), in maniera indistinta sia che si parli di finanziaria, di elezioni, di morale o della Sagra der Tufello.

Ecco, in questi giorni si fa un gran parlare di questo.
Non della Sagra der Tufello, per carità .
Adesso si parla della grande Questione Morale.
Ma cos’è? Non si sa…
Da Destra a Sinistra passando per il Centro si parla dei fondamenti morali della nostra società , sia nella politica che nei precetti religiosi.
Sia mai che in Italia la politica possa prescindere dalla Religione.

Chi la morale non ce l’ha affatto si guarda bene dal parlarne.
Chi fa finta di averla, fa orecchie da mercante.

Sui fondamenti morali della società l’UomoPera si è chiesto “Dove trovarli? E come?”

Aiuterebbe il non frequentare gente come Dell’Utri, Previti, Berlusconi, Andreotti, Cuffaro, Craxi senior & jr., Berruti , Biondi, Bonsignore, Bossi, Cantoni, Carra, Cirino Pomicino, Del Pennino, De Michelis, De Rigo, Frigerio, Galvagno, Jannuzzi, La Malfa, Maroni, Rollandin, Sgarbi, Sodano, Sterpa, Tomassini, Visco, Vito.

Tutta gente pluri-condannata, pluri-indagata, pluri-prescritta.

Per trovare i Principi Morali basterebbe prima averceli

Peach - You Lied

Commenti Nessun Commento »

Se antisemito io, antisemita pure tu

di Reverendo SenzaDio su L'ora di religione, Satira il 19 Agosto 2005, 23:39


Fonte : splendoroftruth.com

Ho avuto modo, più volte, di sottolineare quanto questo nuovo Papa, Benedetto XVI al secolo Joseph Ratzinger sia a mio parere pericolosamente Fondamentalista, Assolutista e probabilmente Pazzo.

Far paragoni è brutto, ma tra la maestosità di pensiero e d’animo del compianto Wojtyla e un pretuncolo che fino all’altro ieri scriveva libri teologici di invettiva contro qualsiasi altra religione, se permettete ce ne corre.
Però ormai il tizio sopracitato è diventato Papa e a parlarne male sembra di offendere Dio.
(Chi l’ha voluto? Dio o un manipolo di Cardinali?)

Prima invita l’Italia a rendersi portabandiera della verità assoluta del Cristianesimo in tutta Europa, poi intima a Ciampi di fare attenzione a come si legifera sulla procreazione assistita, poi invita ad aumentare il corpo docente di religione nelle scuole.
Poi ridice che “l’Europa è in crisi perchè ha perso le radici cristiane” e sta diventando troppo laica.
Poi lancia l’anatema contro chi vorrebbe togliere i crocefissi dalle scuole.

Dimentica forse, che la comunità politica e la Chiesa sono indipendenti e autonome l’una dall’altra nel proprio campo..

E oggi con cosa se ne salta fuori?
“..oggi purtroppo emergono nuovamente segni di antisemitismo..”.

Ora, con tutto il massimo rispetto per i discepoli della religione ebraica, ma dove lo vede il Sig. Nazi..ehm..Ratzinger l’antisemitismo?
In un momento in cui c’è la caccia all’arabo, che l’Islamico è visto come peste da estirpare in ogni angolo. Lui cosa vede? L’antisemitismo.
Dire che Sharon mi sta sul cazzo, è forse antisemitismo?
Dire che la politica adottata da Israele è crudele ed ignobile, è forse antisemitismo?

Neanche offendere verbalmente un Rabbino lo è.
Antisemitismo è persecuzione.

In questo momento, in tutta onestà , i perseguitati sono ben altri.
Qualcuno glielo dica al Sig. Ratzinger.

Francesco Guccini - Auschwitz

Nota:
questo testo è satirico e di critica, non vuole in alcun modo invitare alla riproposizione di quegli atti ed ideologie criminali che sono all’origine della persecuzione e sterminio di milioni di Ebrei.
La condanna viene dalla Storia, non è necessario riproporla ogni giorno, soprattutto alla luce delle violenze del nostro tempo.

“No io non credo / che l’uomo potrà imparare / a vivere senza ammazzare / né il vento mai si poserà “

Commenti 2 Commenti »

PeroCraxia?

di SKA su Satira il 18 Agosto 2005, 08:01


“E’ una storia assurda su cui non voglio più ritornare: la Cdl ha un candidato, il candidato è Silvio Berlusconi”.

“Non c’è nessuna discussione al riguardo – ha aggiunto – chi ha idee diverse è libero di andare dove vuole”

(Silvio Berlusconi, 15 Agosto, Porto Rotondo)

Liberissimo di pensarla come vuoi, ma se non la pensi come me sei fuori.
Alla faccia della Democrazia e dello Stato Liberale

Commenti Nessun Commento »

Ripresa delle Comunicazioni

di SKA su Il Terzo Occhio il 16 Agosto 2005, 08:06

Tornato.
E sto mediamente bene, quest’agonia finirà presto e potrò così tornare a tediarvi con la mia satira politica (se così si può chiamare) in maniera lucida e senza strani aggeggi che mi gironzolano nel naso.

Piccola riflessione:
sono stato per una settimana in un’ospedale, che è anche la più bieca tana di quel Cattolicesimo Fanatista con cui l’Italia dovrà fare sempre i conti e al quale siamo stati, più o meno, asserviti.
Non sto a chiedermi il perchè la Chiesa, con i suoi principi di umiltà , misericordia e voti di povertà , possa finanziare la struttura ospedaliera più grande di tutta Roma.
Questa è retorica politica

Mi chiedo anzi come si possa ancora affidarsi così ciecamente alla salvezza dai dolori da parte di quel Dio che quegli stessi dolori ha fatto sì che giungessero?
Ci hanno sempre detto che la grandezza di quel Dio sta nel fatto di lasciarci vivere, soffrire e crepare senza mai mettere becco.
Mica si scomoda Lui. E’ Dio.
Quel che ci ha dato, ci toglie. Talvolta tra atroci sofferenze terrene.
E fino all’ultimo c’è chi spera che chiudendo gli occhi possa finalmente vivere una vita meravigliosa.
Perchè, accidenti, ho fatto tutto quello che mi ha detto il prete.
Mi spetta o no un biglietto di prima classe per il Paradiso?

Se pensassimo anche solo un po’ di più a quello che abbiamo in Terra e non a quello che può esserci in Cielo, staremmo sicuramente meglio.
Senza colpe
Senza preconcetti
E, probabilmente, con meno morti e sofferenze.

Fottitene del tuo dio,
del tuo signore, del tuo cristo
Ti ha fatto questo
Prendendo tutto quello che avevi
E lasciandoti in questa maniera
Lo continui a pregare
Non lo abbandoni mai
Mai assaggi il frutto
Non hai mai pensato di chiedere il motivo

A Perfect Circle - Judith

Commenti Nessun Commento »

–Interruzione delle Comunicazioni–

di SKA su Il Terzo Occhio il 10 Agosto 2005, 12:33

“Mi dispiace, devo andare…”
cantava una famosa canzone di cui non ricordo l’autore ed in tutta sincerità non me ne frega una gran mazza, a tutt’ora.

Interrompo sino al mio ritorno le comunicazioni di questo Blog, causa operazione impellente.
Avrebbe dovuto protrarsi più a lungo, invece mi han chiamato di fretta e furia.
E quindi ora vado.

Mi dispiace per gli amici DirtySound a cui avevo promesso l’imminente costruzione del sito web. Se tutto va bene, lo si fa verso fine agosto.

Mi dispiace per tutti coloro che non sono stati avvertiti, che poi si contano sulla punta delle dita, ma sto facendo tutto veramente di corsa.

Mi dispiace per i pochi lettori che seguono il Blog.

E poi, insomma basta con questa sequela di boiate.

Non è mica un testamento.

Spero.

Un saluto
SKA

Commenti 3 Commenti »

Lettera all’Intercettato

di SKA su Satira il 9 Agosto 2005, 14:08

Da Destra a Sinistra si è alzato il polverone contro il presunto abuso delle intercettazioni telefoniche. Come da prassi, ogni esponente ha sentito l’impellente necessità di dire la propria, perdendo l’ennesima occasione di stare zitti.

Castelli parla di fughe di notizie, quando invece le intercettazioni sono atti pubblici depositati nell’atto di sequestro della banca Antonveneta

Bertinotti definisce corsari i PM che hanno osato intercettare Fazio & Co.

L’UomoPera “suggerisce” di smentire che “telefoni del Senato o di singoli senatori siano stati posti sotto controllo”, violando le “garanzie costituzionali”.
Infatti sono stati posti sotto controllo i telefoni di cittadini come il plurinquisito Fiorani, nessun senatore.

Fassino: “Dobbiamo stare attenti a non indebolire l’istituzione Bankitalia”
Ma se come Presidente hanno un controllore che si accorda con il controllato, magari qualche problema c’è già .

Sen. Grillo (il migliore): dopo aver denunciato il golpe dei PM (rei di aver fatto il loro lavoro) si inventa che per intercettare qualcuno bisogna mandare un’avviso di garanzia.

Svolgimento
Egregio Sig. Indagato,
potrebbe cortesemente mettere a disposizione la sua linea telefonica per consentire alla legge di intercettare le sue conversazioni, dato che ci sono dei sospetti su di Lei?
Sempre che non Le si arrechi troppo disturbo.
Porgiamo Cordiali Saluti

Nessuno Golpe.
Al massimo un dettato.

Porcupine Tree - Pure Narcotic

Fonti
http://bananabis.splinder.com/
Testo integrale delle intercettazioni sul caso Banca Antonveneta

Commenti Nessun Commento »

Milano da Bere

di SKA su Satira il 6 Agosto 2005, 13:57

Milano è la città in cui un certo Berlusconi di trentaquattro anni costruisce “Milano Due”, cioè mette su un cantiere che costa cinquecento milioni al giorno. Chi glieli ha dati? Non si sa. Come è possible che un giovanotto di trentaquattro anni come questo Berlusconi abbia un “jet” personale con cui raggiunge nei Caraibi la sua barca che sarebbe poi una nave oceanografica? Noi saremmo molto curiosi, molto interessati a sapere dal signor Berlusconi la storia della sua vita: ci racconti come si fa a passare dall´ago al milione o dal milione ai cento miliardi

[Giorgio Bocca ?? Marzo 1976]

Subsonica - Ratto

Commenti 3 Commenti »

Fazisti su Marte

di SKA su Satira il 3 Agosto 2005, 21:56

Sulla questione delle intercettazioni telefoniche nel caso Antonveneta il sempre lucido Ministro Siniscalco ha dichiarato :
“C’è grande preoccupazione anche da parte dell’Unione Europea”… “la situazione rischia di creare problemi di credibilità al sistema Italia”.

Una domanda : ma quale credibilità dovrebbe avere questo fantomatico Sistema Italia?

Con un Premier che non perde occasione per fare il Buffone ad ogni sua uscita all’ UE.

Con la nostra considerazione internazionale come paese semi-libero per quanto riguarda la Libertà di stampa

Con un governatore della Banca d’Italia che viene beccato ad intrattenere liaisons dangereuses con Fiorani della Bpi mentre invece avrebbe dovuto controllarlo.

Con un Presidente del Senato, l’UomoPera, che invece di prendersela con il comportamento vagamente scorretto del Governatore, se la prende con la Magistratura che ha osato utilizzare delle intercettazioni telefoniche al Governatore. Peccato che siano stati intercettati tutti gli altri, che col Governatore non avrebbero dovuto parlare.

Con un Ministro della Giustizia che non ha capito di cosa si stesse parlando, aumentando ancor di più i sospetti letterari che vogliono la parola Castelli ed Intelligenza formare un ossimoro perfetto.
Anzi una cosa l’ha fatta : ha aperto un’azione disciplinare contro il giudice Forleo per aver contestato le modalità con cui 2 agenti di polizia avevano fermato un egiziano.
Una stronzata, direte.
Sì, ma il giudice Forleo è il gip di Milano dell´inchiesta Bpi-Antonveneta.
Appreso il concetto?

Detto questo: come si può pensare che l’Italia goda ancora di anche un briciolo di credibilità ?

Viviamo in un paese di Ottimisti, che son decisamente peggio dei Comunisti.

Elio e le storie tese - La terra dei cachi

Testo Integrale delle Intercettazioni telefoniche sul caso Antonveneta

Commenti 1 Commento »

Ma cosa protestate?

di SKA su Notizie Commentate il 31 Luglio 2005, 19:40

I tifosi del Genoa protestano.
I tifosi del Messina protestano.
I tifosi del Parma protestano.
I tifosi della Lazio protestano.
I tifosi del Napoli protestano.
Addirittura i tifosi della Sanremese protestano.

Gente che scende in piazza ed alza la voce, ma per cosa?
Perchè i vostri onorabili Presidenti hanno delle situazioni totalmente irregolari ?
Perchè i vostri Presidenti si vendono le partite e voi lì ad urlare, saltare, distruggere, ma soprattutto a Pagare.
Voi pagate il biglietto, gli abbonamenti, le partite su SKY(!!), sul DIGITALE TERRESTRE per questi delinquenti ?

Gli Italiani non protestano mai per un cazzo. MAI.

E voi protestate in difesa di Presidenti che rubano?
Di giocatori che prendono in un mese, minimo, 100 volte di più dello stipendio che prendete voi lavorando in fabbrica?
In difesa di una palla che rotola ?

Se al Governo c’è la Mafia, se c’è rischio di attentati, se fanno una guerra illegittima, se ci rubano i soldi con tasse inutili, se riformano il sistema giudiziario in loro favore, se ci propinano il Digitale Terrestre soltanto per fotterci, se continuano a prenderci per il culo con le televisioni

beh, non importa.

L’importante è che non mi si tocchino le Palle

MCR - Santa Maria del Pallone

Commenti 1 Commento »

Auguri per il mio compleanno

di SKA su Il Terzo Occhio il 28 Luglio 2005, 07:21

Dolce declina il sole.
Dal giorno si distacca.
un cielo troppo chiaro.
Dirama solitudine

Come da gran distanza
un muoversi di voci.
Offesa se lusinga,
quest’ora ha l’arte strana

Non è primo apparire
dell’Autunno già libero?
Con non altro mistero

Corre infatti a dorarsi
il bel tempo che toglie
Il dono di follia

Eppure, eppure griderei:
veloce gioventù dei sensi
che all’oscuro mi tieni di me stesso
E consenti le immagini all’eterno,

Non mi lasciare, resta, sofferenza!

(Giuseppe Ungaretti)

Commenti 1 Commento »

Che mondo sarebbe senza Mastella

di SKA su Satira il 25 Luglio 2005, 22:39

Sull’annoso dibattito politico che gira attorno alla questione del rifinanziamento della missione militare in Iraq è intervenuto il sen. Clemente Mastella con la sua proverbiale tenacia, coerenza e fermezza di idee.

“Per quanto mi riguarda, è l’ultima volta che voto a favore del rifinanziamento della missione in Iraq. Non si può giocare ancora con chi, come noi, staccandosi dalle scelte della propria coalizione, dà spontaneamente il voto. Quindi, come ho fatto scelte finora che riguardavano il rifinanziamento della missione dicendo sì, dalla volta prossima dirò dichiaratamente no
(Clemente Mastella, leader dell’Udeur, Ansa, 16 marzo 2005).

“Sul rifinanziamento della missione in Iraq voteremo come l’altra volta, voteremo sì
(Clemente Mastella, leader dell’Udeur, Il Resto del Carlino, 14 luglio 2005).

Ecco chi ci vuole al Governo.
Ce l’avevamo sotto il naso e non ce ne siamo neanche accorti.
Ci vuole lui.

Che mondo sarebbe senza Mastella?

Current 93 - Looney Runes

Commenti 3 Commenti »

Il ritorno della P2

di SKA su Satira il 21 Luglio 2005, 22:30

Finalmente il famoso Piano di Rinascita Democratica della Loggia P2 è totale via d’attuazione.
Mancano giusto 2 o 3 cosette, ma il grosso è fatto. Con gioia per la libertà . Vigilata, s’intende.
E così il Signor Berlusconi, tessera P2 1816 fa contento il suo mentore Licio Gelli, già pluricondannato per i reati commessi con la costituzione della Loggia Massonica (stragi, tentativi di colpi di stato, rapimenti, crack finanziari, cospirazioni politiche) attuando la controriforma dei giudici.
Separazione delle carriere, esami psicoattitudinali per evitare sempre di più che i futuri magistrati pensino ancora che la legge è uguale per tutti. (punto a1 dei Programmi e punto a1 dei Programmi Medio Termine del Piano di Rinascita).

Ed ecco così che il Contratto degli Italiani firmato da Vespa si trasforma sempre di più in questa carta eversiva ben nascosta nel doppiofondo della valigia di M.Grazia Gelli nel 1982, e sequestrata.
Città satellite, corruzione di giudici e giornalisti, dissolvimento della Rai a vantaggio della tv privata, rientro dei capitali sporchi dall’estero, presidenzialismo e tanto altro. Oggi viene discussa e votata nei tavoli del Parlamento.
Da sempre, anche con un certo qualunquismo, si è sostenuto che in Parlamento non ci fossero altro che dei criminali.
Oggi diventa una cosa normale, di buon auspicio per il futuro. E guai a dire il contrario
Leggete e vi stupirete da soli delle meravigliose coincidenze.

La corruzione dei giudici non basta (come dicono le condanne al Premier per i processi Mondadori e Sme-Ariosto – prescritti -) ci vuole proprio che se ne vadano a casa questi “pazzi” ed “antropologicamente diversi”.
Nel ’92 per togliersi dalle palle i due procuratori Antimafia Falcone e Borsellino c’è voluto il tritolo.
Oggi per togliersi dalle palle Caselli, candidato anch’esso alla Procura Antimafia, basta la legge.

Si sono evoluti.
O forse la crisi, ha colpito anche i fornitori di esplosivo.

Malfunk - 3 Scimmie

Commenti Nessun Commento »

Rincorsa

di SKA su La dimanche des crabes il 17 Luglio 2005, 21:32


Mi guardo indietro
e sto rincorrendomi.

Corro dietro alla vita per starle al passo
ad ogni passo
mi fermo
calmo
stop

Poi mi piace ripartire e sentire il vento
ad ogni metro mi
guardo indietro
mi fermo
quieto
stop

Guardo l’orologio e guardo
passare i minuti
mi sei vicina
lo sei sempre stata

con gli altri non sono quello che sono con te
tutti credono di sapere chi io sia
come sono fatto
perchè
come
io
tu

eppure non capiscono.
fa niente
l’importante è
sentire i nostri infiniti mondi
riunirsi in un gioco d’emozioni
solo noi.
tanto…

Commenti 2 Commenti »

Suicidio in Diretta

di SKA su La dimanche des crabes il 17 Luglio 2005, 16:25

Ne scrivo perchè devo esorcizzare questa paura. La paura che mi ha trasmesso leggere la notizia.
Ciro E.Milani era un blogger, l’ha aperto esclusivamente per annunciare il suo blog, assieme agli altri milioni di blogger che dicono solo e soltanto puttanate.
Una volta avrebbe fatto scalpore.
Adesso, ai più sensibili, lascia solo un po’ d’amaro in bocca.
Gli altri fanno spallucce..uno in meno, sticazzi, ma fottiti, abbiamo altri problemi ecc..

E finisce così.
Avanti il prossimo

Giorgio Canali - Questa è la fine

Commenti Nessun Commento »

Numeri del Terrore

di SKA su ControInformazione il 17 Luglio 2005, 09:06

Parliamo di numeri, che non possono essere fonte d’opinione.
Ci stiamo ancora strappando i capelli per le 50 vittime di Londra, vittime di un attentato.
Giusto. Si presume che ci dispiaccia perchè erano delle persone.
Non solo perchè occidentali. Si presume.

Ma quanti sono i morti tra civili e soldati dall’inizio del conflitto in Iraq?
Il conflitto è iniziato nel ’91, e non nel 2003.
Visto che i bombardamenti si sono susseguiti in tutti gli anni sino alla definitiva operazione Iraqi Freedom in cui ci si è accorti che, accipicchia, in Iraq c’è un Dittatore. Bisogna spodestarlo.
Secondo i dati forniti da PeaceRepoter i morti in Iraq sarebbero :
1991 : circa 100.000 civili iracheni e 250 soldati della coalizione

1998 (bombardamenti): circa 2.000 civili iracheni (per lo più curdi)

dal 2003 ad oggi: circa 18.000 civili iracheni e 1800 soldati

Embargo: a seguito dell’embargo economico e delle sanzioni Onu l’Iraq ha visto morire circa 1 milione di bambini per malnutrizione e mancanza di cure.

Dittatura: circa 100.000 morti tra curdi uccisi dal gas nervino e oppositori del regime

Costo della Guerra: $ 181.300.435.000 (in continuo aumento, per saperne di più clicca qua )
Tirate voi le conclusioni.

Ed ogni giorno le cifre della guerra aumentano. Si parla di circa 800 morti al giorno.
Ma nessuno si scandalizza se muoiono civili iracheni innocenti.
Non sono terroristi.
Ma ancora pretendiamo che loro non si incazzino?

Pensate se venissero a casa vostra, per prendersi le uova che avete nel frigo ad esempio, vi mettessero una serie di bombe in tutte le stanze, vi ammazzassero i famigliari, si impossessassero del divano, della Tv, della vostra stanza ancora rimasta intatta.
E poi vi dicessero adesso comandiamo noi, perchè ti abbiamo portato la libertà .

Ma a voi non girerebbero clamorosamente i coglioni ?

Faith no more - War Pigs

Fonti:
PeaceReporter : Scheda Iraq
Il regime di Saddam Hussein

Commenti Nessun Commento »

Forza Mafia

di SKA su ControInformazione il 15 Luglio 2005, 21:43

image
Test PsicoAttitudinale :
se vi dicessero a chiare lettere che il Presidente del Consiglio della vostra Nazione, che probabilmente avete anche votato, ha intrattenuto per 30 anni dei chiari e provati rapporti con la Mafia (sì quella che ammazza le persone, quella che fa le stragi, quella che chiede il pizzo, quella che traffica la droga, quella per cui noi Italiani siamo famosi nel mondo).

Voi che cosa pensereste?

Ecco dov’è il problema : il rischio che la gente possa anche pensare.
Quindi cosa c’è di meglio che far sparire la notizia da tutte le testate giornalistiche della bella Italia?
Tg1,Tg2,Tg3,Tg4,Tg5,StudioAperto,TgLa7, Corriere della Sera, Repubblica, Il Giornale, Il Foglio, ecc.. da bravi prestidigitatori dell’informazione han fatto sparire la notizia.
Ed i primi 7 sono telegiornali.
E noi Italiani non siamo di certo rinomati lettori di quotidiani.

Ma qual’è la notizia?
Il Tribunale di Palermo condanna a 9 anni il senatore Marcello Dell’Utri per mafia
La sentenza afferma che :
-Dell’Utri è stato per 30 anni il mediatore fra Cosa Nostra e l’attuale presidente del Consiglio Silvio Berlusconi;
-conferma i sospetti di riciclaggio di denaro sporco, visto che i finanziamenti alle holding della Fininvest fra gli anni 70 e 80 restano molto “poco trasparenti” e il premier ha rifiutato di chiarirli;
-dimostra come Dell’Utri e Berlusconi assunsero come “soprastante”, cioè come responsabile della villa di Arcore, il boss Vittorio Mangano grazie ai loro “contatti personali con alcuni capimafia come Stefano Bontate, Girolamo Teresi e Gaetano Cinà “;
-dimostra come Berlusconi sia “un industriale disposto a pagare (Cosa Nostra) pur di stare tranquillo”
-dimostra i trentennali rapporti del premier e del suo braccio destro con la più feroce organizzazione terroristica mai vista, “il sodalizio criminoso più pericoloso e sanguinario del mondo”, anche dopo le stragi del 1992-’93 che hanno ucciso i giudici Falcone e Borsellino

Proprio mentre si varano norme Anti Terrorismo.

Ma del Terrorismo che abbiamo in casa si occupa più nessuno?
Come fare a saperlo se gli organi d’informazione non informano?
Ma quai a parlare di Regime. Fa paura.
Se parliamo di Mafia fa meno paura?

Modena City Ramblers - I 100 passi

Intervista integrale a Paolo Borsellino prima del suo assassinio
Sentenza integrale della condanna di Marcello Dell’Utri a 9 anni per associazione mafiosa

Commenti 1 Commento »


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.