Quelli che sbranano

di SKA su Notizie Commentate il 4 Novembre 2007

Ci sono quelli che dal loro salotto buono, con i loro pensierini benpensanti di due righe dicono “ci vorrebbe proprio”, “ora basta però eh, li facciano fuori tutti”, “botte e basta ci vorrebbero, per tutti” ecc…

Poi ci sono quelli che lo fanno per davvero. E i benpensanti, con la faccia buona dicono “ma no, queste cose non si fanno” e con la faccia cattiva dicono “troppo poco, a noi ci danno l’ergastolo e a loro al massimo la condizionale, è ora di finirla”

Ora io son serio.
Perchè parlate e basta? Oltre al codice penale nessuno vi vieta di scatenare una guerriglia contro i campi nomadi che tanto odiate, nessuno vi vieta di scatenare una guerriglia contro i cittadini romeni in maniera indistinta, senza neanche chiedervi se la persona che avete davanti possa essere o meno un criminale.

Sono serio.
Tante chiacchiere e pochi fatti, dov’è finito l’italico coraggio? L’italica fierezza?
L’Italia ha bisogno di voi, di imbecilli che ripuliscano la nazione.

Imbecilli d’Italia, iniziate la guerriglia.
Vediamo chi vince.

Share

7 Commenti a “Quelli che sbranano”

  1. Commenti SKA → http://www.terzoocchio.org/

    Un conto è richiedere un controllo, un conto è dire che “dovrebbero bruciarli e picchiarli tutti”. La faccia buona, la faccia cattiva.
    Se volete scatenare la guerriglia fatelo, poche chiacchiere. Da che mondo e mondo questa è l’unica era in cui l’uomo non difende i propri territori, come un qualsiasi animale.
    Comportatevi da animali quindi.

  2. Commenti Fac → http://faciolo.splinder.com

    Sono il primo a dire che se non fosse stata la moglie di un personaggio di spicco nella Marina, il fatto non avrebbe fatto scalpore.
    Come sono il primo ad ammettere che il fatto è stato trattato tantissimo dai mass media.
    Ma sono anche il primo a dire che questo delitto mette in risalto un sistema che fa acqua da tutte le parti: l’immigrazione in Italia è un problema, non nascondiamoci dietro ad un dito e non affibbiamo subito il titolo di xenofobo razzista guerriero della notte se una persona dice che l’immigrazione andrebbe controllata.
    Ogni settimana si sente/legge degli sbarchi in Sicilia e in Puglia, al che mi viene da pensare che in quelle regioni ci siano centri di accoglienza come grattacieli, capaci di contenere una marea di immigrati. Perchè non capisco com è possibile che il giorno prima ne sbarcano 500 e il giorno dopo un egual numero ma ci sono strutture che riescono a contenerli tutti.
    Discorso rom: che c’è da dire?se dici che non li vuoi, sei razzista e di destra; se ce li vuoi, preghi che non vivano vicino casa tua. O sbaglio?!
    Discorso romeni: la forte entrata dei cittadini romeni negli ultimi dieci anni ha provocato il pro e il contro dell’immigrazione. Pro fanno lavori manuali, sono (spesso?)a nero e forse prendono qualcosa in meno rispetto ai loro colleghi italiani perchè, forse, sono ricattati proprio sul piano del permesso di soggiorno. Contro è la delinquenza, provocata forse da frustrazione o cattive condizioni sociali o chissà quale motivo.
    Il risultato è che a volte succede come mercoledì scorso. E la conseguenza è che l’italiano si è stancato di certe situazioni, soprattutto se c’è di mezzo lo straniero!E per favore basta con “anche gli italiani uccidono e violentano”,”il tizio che ha sparato sulla folla era italiano”, “gli italiani erano delinquenti quando sono andati in america”. Non si sta parlando di questo, perdio!Di scemi è pieno il mondo!Qui si parla però di un sistema di immigrazione che non funziona e che dà libero accesso a tutti,senza controlli approfonditi e senza dare libero potere alle forze dell’ordine.

  3. Commenti Fac → http://faciolo.splinder.com

    clicca tee valutate da soli.
    Poi, ovvio, che se un politico di destra qualunque dice che bisogna attuare le espulsioni o che bisogna fare più controlli, è ovviamente un razzista per i benpensanti. Invece se è di sinistra, si autocoprirà di interrogativi e continui scaricabarili per non prendersi responsabilità o per non passare per razzista.
    Diceva bene Faletti in CementoArmato, quando parlava di Roma: al di fuori del centro, con i suoi bei monumenti, Roma non è altro che cemento armato, la Roma che non trovi sulle cartoline per turisti. Forse Veltroni, come altri suoi amici e come tanti altri di tutte le fazioni è da tempo che non si fanno un giro nelle periferie delle principali città italiane.

  4. Commenti Fac → http://faciolo.splinder.com

    non so chi abbia detto “dovrebbero bruciarli e picchiarli tutti” (rileggo la conversazione msn e non l’ho detto io), ma io sottoscritto posso affermare che da cittadino pago qualcuno profumatamente per fare qualcosa e risolvere una grana che va avanti da tempo.
    Non faccio guerriglia, pretendo che i politici facciano poche chiacchiere e più fatti, meno scaricabarili e più responsabilità.
    E basta con le telefonate internazionali di Prodi: invece di attaccarsi al telefono, da Premier faccia qualcosa di concreto!

  5. Commenti JP → http://www.laprivatarepubblica.com

    Quella frase, “dovrebbero bruciarli e picchiarli tutti”, gira molto negli ambienti di strada. Bruciare l’immigrato, la violenza di piazza, la giustizia fai-da-te: tutto ciò ha riscuote molto successo nel cittadino medio. Anche questo è un indice di efficienza dello stato.

  6. Commenti Fac → http://faciolo.splinder.com

    forse perchè tante puntate dei Simpson in cui avviene una rivolta (tavolo rovesciato che prende fuoco all’istante 😀 ) ha influenzato davvero tutti

    – risposta ironizzante –

  7. Commenti Paolo B. → http://www.mazzamurilli.com

    I fascistelli di destra, che organizzano ronde, picchiando e malmenando i rom (innocenti), dovrebbero organizzarsi meglio, ma non ci riescono.
    Il loro cervello è piccolo piccolo, incapace di mettere insieme nemmeno una truppa di 5 persone, figurarsi, SKA, riuscire ad organizzare una guerriglia.
    Questi tizi, hanno bisogno di venerare un capo, un Mussolini, un Hitler o un Franco (lo cito, visto che vivo qui in Spagna), perchè da soli non sono assolutamente nulla.

    Sono piccoli uomini, privi di idee, capaci solo di picchiare di nascosto da un passamontagna, perchè se mostrano le loro facce, il proprio padre padrone li lascia senza la profumata paghetta settimanale, che gli permette di girare in Mercedes e scimmiottare i veri ricchi.

    Frequentavo questa gentaglia quando ero più giovane.
    Nella periferia romana e state tranquilli, basta dargli uno zuccherino e una carota (scegliete voi dove infilargliela) e staranno buoni e mansueti, come pecorelle.

    Lasciamoli sognare, l’attesa di un nuovo capo pelato, che non tornerà mai più.

    Tutto il resto, sono (purtroppo) piccoli atti di ordinaria delinquenza. Pari a quella di rumeni, polacchi, marocchini, albanesi e…di tanti italiani.

    Saluti da Madrid
    Paolo

Scrivi un commento


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.



Available for Amazon Prime