Pane, giustizia e Mastella

di SKA su ControInformazione il 17 Maggio 2006

image
L’ex Democristiano Clemente Mastella riesce finalmente, con un po’ di fiatone, a sedersi su una poltrona. Lo fanno accomodare su quella del Ministero della Giustizia.
Ma che c’entrano Mastella e l’Udeur con la Giustizia? Forse vanno ad aprirsi da soli i cancelli delle patrie galere…visti i precedenti. Sbirciamo la lista dei collaboratori. I Migliori.

Clemente Mastella
Si presentò insieme a Pierferdinando Casini alla prima udienza del processo per mafia ad Andreotti, a Palermo. Era presente (come testimone di nozze) anche al matrimonio di Francesco Campanella, il mafioso di Villabate che aiutò Provenzano a operarsi a Marsiglia.
(tratto da societacivile.it)
Ministro del Lavoro nel primo Governo Berlusconi.

Paolo Cirino Pomicino
-10.7.98- condannato dalla Cassazione a un anno e otto mesi di reclusione e 20 milioni di multa per violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti, in relazione alla vicenda Enimont

-29.1.01- patteggia la pena di due mesi per corruzione in continuazione a quella Enimont nel processo per i fondi neri Eni

-attualmente indagato a Napoli per concorso in bancarotta fraudolenta nel crac Italgrani

Antonio Fantini (Segretario regionale dell’Udeur)
Finito agli arresti nel ’94 e nel ’95
-1991- accusato di irregolarità nella concessione di permessi per un parco giochi di Afragola
-1993- abuso d’ufficio per l’acquisto dei motoscafi “spazzamare” di Mariano Pane mai utilizzati
-1994- corruzione nei lavori di ristrutturazione di 18 stazioni ferroviarie delle linee Circumflegrea e Cumana

Stefano Cusumano(capogruppo Udeur alla Camera)
Arrestato il 26.4.99 nell’ambito dell’inchiesta su irregolarità procedurali e ”tangenti” negli appalti da 120 miliardi di lire per la costruzione del nuovo ospedale Garibaldi di Catania.
Reati ipotizzati : turbativa d’asta e concorso esterno in associazione mafiosa.
La Cassazione lo rimette in libertà , se pur con riserve.

Sergio Stancato, assessore all’Ambiente della Regione Calabria, dell’allora Udr mastelliano
– 7.5.98-: arrestato con l’accusa di corruzione, (accusato di avere concordato con i titolari di 2 imprese del settore della tutela ambientale una tangente di un miliardo di lire, che in parte, sempre secondo l’ accusa, gli sarebbe stata liquidata),
– agosto ’98-: la cassazione gli revoca gli arresti domiciliari.

[b]Carmelo Messina, segretario dell’Udeur di Mussomeli[/b]
– 27.3.01-: arrestato nell’operazione Urano tra i presunti mafiosi appartenenti a cosche del nisseno facenti capo a Bernardo Provenzano.

[b]Giuseppe Torchia, attuale consigliere alla regione Calabria dell’Udeur[/b]
– 7.4.01-: rinviato a giudizio nell’inchiesta sulla Sanitopoli reggina.

[b]Giuseppe Manzo, capogruppo dell’Udeur nel Consiglio regionale campano[/b]
– 12.1.94-: arrestato insieme ad altri 8 membri del Comitato di Gestione della Usl 34 di Pompei. (associazione a delinquere, concussione e corruzione). L’accusa e’ di aver preteso tangenti per facilitare aziende fornitrici di servizi che non possedevano i requisiti richiesti dalla legge.
– 1992-: rinviato a giudizio per abuso d’ufficio (favori a ditte fornitrici di materiali sanitari con trattative private).

[b]Antonio Potenza, deputato dell’Udeur[/b]
– 22.11.04-: arrestato nel corso di un indagine sui rapporti tra ‘ndrangheta, camorra e politica. L’accusa e’ di aver beneficiato dei voti fatti confluire su di lui dalle organizzazioni mafiose.

[b]Che giustizia sarebbe senza Mastella?[/b]

(fonti :
[url=http://atroce.blogspot.com/2005/07/mass-mas-iv-se-25-vi-sembran-pochi.html]http://atroce.blogspot.com[/url]
[url=http://www.benevento.antoniodipietro.it/com/rassta/poltronista.htm]http://www.benevento.antoniodipietro.it/[/url])

Share

5 Commenti a “Pane, giustizia e Mastella”

  1. Commenti Faciolo

    e te che speravi che quella poltrona andasse a Di Pietro, almeno l’unico in grado di potersi sedere lì…

    comincia male questo governo!

  2. Commenti kiappone

    Il problema è che tanto un ministero a Mastella toccava darglielo senno lo stronzone già montava su un casino… E Mastella, lo sai bene, sarebbe stato male dovunque, anche al ministero del Biliardino e Calciotto…

  3. Commenti SKA → http://www.terzoocchio.org

    La questione del post però è proprio questa : nella solita logica spartitoria delle poltrone, si arrivano a fare delle decisioni quantomeno discutibili, se non oscene.
    Un Mastella alla Giustizia, con questa lista di collaboratori e vicende personali che lo contornano, è un po’ come mettere, che so, un Dell’Utri a garantire la Giustizia a tutta l’Italia.
    Chiamiamola pure una gran presa per il culo.

  4. Commenti kiappone

    Sai qual è il problema vero dell’Italia? Che il nostro è l’unico paese al mondo dove chi perde le elezioni anzichè augurare buon lavoro all’avversario gli augura di cadere al più presto…Un paese in cui quei discutibili signori della casa delle libertà si permettono anche di fischiare Ciampi e i senatori a vita che hanno votato, giustamente, a favore del governo appena eletto dal POPOLO e non dai brogli come ancora insistono…Capisco che si possa fischiare Scalfaro ma fischiare Ciampi del quale avete sempre rimarcato le doti di saggezza…Non è forse saggio votare per chi è stato votato? O forse era meglio aprire subito una crisi per gettare il paese nella merda totale? Vergogna signori della Cdl, porci ex signori d’ìItalia…E vergogna a chiunque in futuro dovesse comportarsi così nella stessa situazione, sia beninteso…

  5. Commenti Faciolo

    beh, non sono la destra ha augurato di cadere agli avversari. E’ una politica che va avanti dagli anni 90 ormai, se non prima!

Scrivi un commento


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.



Available for Amazon Prime