Ministeria #1 – Scajola e Comunicazioni

di SKA su Notizie Commentate il 9 Maggio 2008

Non ho ancora avuto modo di parlare della meravigliosa squadra di governo del Berlusconi IV, inizio un mini-riassunto oggi. Un po’ a caso.
Ministero delle Comunicazioni: parto da questo perchè – non so se ci avete fatto caso – ma è sparito. Completamente assorbito dal Ministero per lo Sviluppo Economico capitanato dal mitico Claudio Scajola.
Arrestato nel 1980 per concussione aggravata in relazione ad una vicenda di appalti per il Casinò di Sanremo, poi assolto.
Era al Ministero dell’Interno ai tempi del G8 e dichiarò che fu “costretto a dare ordine di sparare” sui manifestanti, ritrattando qualche giorno dopo.
Poco prima della morte di Marco Biagi, nonostante le insistenti richieste, gli tolse la scorta.
Dopo la morte dello stesso Biagi – ad una domanda sulla figura centrale dell’economista- rispose: “Non fatemi parlare. Figura centrale Biagi? Fatevi dire da Maroni se era una figura centrale: era un rompicoglioni che voleva il rinnovo del contratto di consulenza“.
Si dimise un mese dopo.
Ora è a capo di un Ministero “fantasma” che grazie al Ministro Gasparri fece gli interessi del padrone di Mediaset. Oggi, per evitare i clamori del passato, la disciplina in tema di Comunicazioni passerà come prassi burocratica senza schiamazzi.

Share

1 Commento a “Ministeria #1 – Scajola e Comunicazioni”

  1. Commenti Anonimo

    Magari non rientra tra le priorità d’intervento in fondo… a lui mica vanno male così come stanno le cose… 😉

Scrivi un commento


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.



Available for Amazon Prime