Montalcini vuol dire fiducia

di SKA su Satira il 28 Febbraio 2007

Al Senato il governo ottiene la fiducia grazie ai voti di Rita Levi Montalcini (98 anni), Oscar Luigi Scalfaro (89 anni) Carlo Azeglio Ciampi (87 anni) e Furio Colombo (76 anni).
(maggioranza politica intatta, ma i numeri sòn sempre quelli.
una prostata ed un’influenza contemporaneamente e siam da capo a 12)

A Sanremo vengono riesumati Johnny Dorelli, Milva, Nada, Al Bano e Gianni+Marcella Bella.

A quanto pare la Giovine Italia di Mazzini è ancora viva e vegeta.

Ma ferma al 1831

Share

6 Commenti a “Montalcini vuol dire fiducia”

  1. Commenti Augusto

    Vabbé, mi consolo, vista la gerontocrazia imperante, con i miei 58 anni sono un pivellino; favoloso e via!

    Sanremo, hanno raschiato il barile dei vecchi per tentare di sopravvivere. Amarcord.

    Prodicchio; ha fatto il compitino e ciurlato nel manico con, nell’ ordine: Base americana, TAV e DICO.
    Voglio proprio vedere come se la cavano tra qualche mese con una sinistra incazzatissima e un divo Giulio furibondo

    Saluti

  2. Commenti Fash

    ahahaha voglio questo post 😀 lo voglio mettere anche nel mio blog, troppo fico!

    Ci manca solo che inizino a cantare GIOVINEZZA ahahahah

  3. Commenti Raffaele → http://www.raffaelebianco.net

    al governo i vecchietti sono necessari per via della porcata che porta la firma di calderoli, a sanremo, più che cantanti vecchi per un pubblico vecchio… è quello il target, d’altra parte il camerata del noce andava a stringere le mani delle vecchiette fuori l’ariston!
    giovinezza giovinezza
    primavera di bellezzaaaaaaaaaaaaa

  4. Commenti kiappone

    Un pò di statistica e di storia.
    Il nuovo governo, o Prodi-bis si regge sui voti di 4 senatori a vita.La somma delle età di questi venerabili signori è 350 anni, per un valore medio di 87,5 anni.
    350 anni fa correva l’anno 1657. In quell’anno:
    -Christiaan Huygens inventa l’orologio a pendolo; viene definito “colui che fa camminare il mondo a secondi”.
    -Le “Lettere provinciali” di Blaise Pascal sono condannate dal Parlamento di Aix ad essere bruciate per mano del boia.
    -Nasce Federico I di Prussia.
    -Muore l’imperatore Ferdinando III d’Asburgo.
    -A Firenze Leopoldo de’Medici fonda l’accademia del Cimento.
    -Don Giacomo Bocchi è nominato parroco della chiesa di San Pietro Martire a Gavello,provincia di Rovigo.

    Insomma un anno senza particolari eventi di rilevanza storica. A parte l’invenzione dell’orologio a pendolo. Che poi se ci pensate bene la politica attuale italiana è come un pendolo: oggi di qua, domani di la. E anche questo governo, come tutti quelli italiani del dopoguerra, è molto simile ad un orologio…Ha le ore contate.

  5. Commenti Jim → http://www.myspace.com/jim_n90

    Ma xké danno tutti addosso alla carica ed al ruolo dei senatori a vita?
    …Cmq nn dobbiamo disperare, arriverà anke Napolitano!…E kissà , magaari anke Pippo Baudo!

Scrivi un commento


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.



Available for Amazon Prime