Comma 29 – part II

di SKA su ControInformazione il 14 Ottobre 2011

Tanto per chiudere definitivamente la questione aperta nel precedente post dedicato al maledetto comma 29 segnalo questo articolo dell’avvocato Daniele Minotti in cui si chiarisce una volta per tutte cosa succederà ai blog e alle realtà non professionali con l’emendamento Cassinelli. Non sarebbe successo comunque nulla, ma l’emendamento mette una pietra sopra a tutto il vociare ingiustificato dei giorni scorsi, susseguente soprattutto al curioso sciopero di Wikipedia Italia.

[…]vorrei fare una piccola precisazione. Io sono tra quelli (pochi, però aumentati di numero, ultimamente) che pensavano che ogni emendamento fosse superfluo. Ciò perché quell’estensione dell’obbligo di rettifica era posta pur sempre all’interno di una legge – la 47/48 – riguardante (esclusivamente) la stampa; sicché a questa e soltanto a questa si sarebbe potuta applicare e non ai siti amatoriali.

Questo anche per rispondere a quelli che mi hanno scritto mail con epiteti tipo “fascista” o “filo-goverrnativo” (lolwut) solo perché ero tra quei “pochi” che sosteneva  esattamente quanto sopra.

 

Share

Scrivi un commento


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.



Available for Amazon Prime