Due perdenti allo sbaraglio

di SKA su Satira il 14 Marzo 2006, 22:19

Visto il confronto il Tv tra Berlusconi e Prodi ?
Bene. Anzi, Male.

Non sta a me e nella mia volontà commentare gli argomenti trattati nel dibattito, la cronaca e l’analisi le trovate qua.

Ora come ora mi vien da dire : è possibile che da uno scontro escano fuori due perdenti?
Probabilmente no.
Ma stavolta, almeno per me, è successo questo.

Uno che non sa dire altro “i precedenti governi non han fatto” o “falsificazione della realtà ”
Un altro che, nonostante dimostri sicuramente più serietà nell’affrontare gli argomenti, a tratti sembra recitare un’omelia disegnando un’Italia da Telefilm americano, con la speranza, la gioia di vivere ed altre menate.

Se dovessimo decidere chi governerà il nostro paese esclusivamente in base a questo confronto in Tv sinceramente voterei per Roberto Napoletano, direttore del Messaggero.

(scusate gli asterischi, ma come dissi tanto tempo fa questo sito è esente dal Pres. Del Cons.)

Commenti 2 Commenti »

Silvio un turista a Strasburgo

di SKA su ControInformazione il 10 Marzo 2006, 15:25

image
Partecipo anche io alla diffusione capillare di questo filmato che ritrae la clamorosa figura di merda di Silvio Berlusconi a Strasburgo quando invitò l’europarlamentare Martin Schulz a fare il Kapò in una serie televisiva sul nazifascismo.
Quando diede dei turisti della democrazia a tutto il Parlamento Europeo.
Quando non rispose del problema del conflitto di interessi
Quando non rispose al quesito sull’immunità parlamentare prolungata per lui e Marcello Dell’Utri

Quando rispose, ma parlò del Sole e delle beltà Italiane.

Quando le televisioni italiane ne mostrarono soltanto alcuni passaggi tagliando accuratamente i fischi e le risa degli altri Parlamentari Europei.

Un video tratto dal DVD Quando c’era Silvio di Beppe Cremagnagni ed Enrico Deaglio.
Annoverato tra i Documenti del Terzoocchio

Nel caso vi dimenticaste di quanto sia bella l’Italia

Commenti Nessun Commento »

A internet

di alcambi su Satira il 7 Marzo 2006, 14:17

La neve che scende
rapisce orizzonti
La neve che scende
ci fà prigionieri
Un vetro appannato
è un velo d’angoscia
senza l’okei del cellulare
Parole d’amore non bastano mai
accendono il cuore come tepore
che sale ignaro dal pavimento
Il mondo ci esculde
ma c’è una tastiera
Si accende lo schermo
non siamo isolati
Nodi di rete
ma internettiamo

alcambi

Commenti Nessun Commento »

Alessandra La Grande

di SKA su Satira il 1 Marzo 2006, 19:34

17 Gennaio 2006
“Io credo che la possibilità di un accordo tra Azione Sociale e la Cdl sia pari allo zero. Non ci sono i presupposti politici. Bisogna fare delle battaglie e crederci ma, in questo caso, non esistono i presupposti”
(Alessandra Mussolini, Ansa)

16 Febbraio 2006
“C’è l’accordo con la Cdl, presenteremo la lista di Alternativa sociale, ma noi segretari non ci candideremo perché puntiamo sulle idee, e non sulle nostre persone. Nelle liste non ci saranno i nostri nomi”
(Alessandra Mussolini, Ansa)

25 Febbraio 2006
“Alla fine Alessandra Mussolini sarà capolista di Alternativa Sociale in tutte le circoscrizioni della Camera”
(Ansa)

Per la serie : Coerenza e la Forza delle Idee

Commenti Nessun Commento »

Vota Antonio Vota Antonio

di SKA su Satira il 27 Febbraio 2006, 19:00

In questo clima di profondissima sfiducia nella politica, ma anzi no, per tutta l’attuale classe dirigente, i dubbi sul voto si fanno sempre più lancinanti.

Quando ti sembra di non sapere dove sbattere la testa, soprattutto quando hai ben altro a cui pensare, rischi di affidarti a cani e porci.

Ecco, io l’ho fatto qua
Domande dirette per capire chi votare.
Che in realtà potrebbe essere un metodo di valutazione ed espressione realmente democratico, scavalcando la solita propaganda triviale cui siamo costretti ad assistere ogni giorno.

Questo è il risultato :
image

Ora ho ancora più dubbi.

Commenti 1 Commento »

Un plagio sinistro

di SKA su Satira il 21 Febbraio 2006, 23:06

image
(questo è un Fac-Simile)

Sono molto rammaricato stasera.
Grazie alla Lista Referrer nelle mie statistiche di visita ho potuto appurare soltanto oggi di essere stato vittima di palese plagio.

Il giorno 20 Gennaio 2006 scrivo questo Post intitolato Grande Fratello Silvio di cui non ribadisco i concetti.

Giorno 4 febbraio 2006 : il sito dell’Unione di zona DS SEBINO pubblica questo articolo intitolato L’utilità del Pagliaccio, ossia un copia/incolla spudorato del mio post.

Non scrivo per far prevalere alcun diritto di copyright, non è nella mia indole.
Tantomeno nella licenza.

Sono rammaricato perchè la mia Licenza Creative Commons è ben chiara : su tutto ciò che scrivo qui dentro c’è la Condizione di Attribuzione.

Sì insomma, è anche questione di buon senso e correttezza.
Si può liberamente copiare, ma che perlomeno mettiate un riferimento esplicito della fonte.
Soprattutto se poi l’articolo lo mettete in home page

Sono rammaricato anche perchè in pratica mi hanno tirato dentro.

Il mio articolo dice :”Quelli del centrosinistra pur di non dire niente di tutto ciò, preferiscono prendersi le calunnie del Premier e piangere perchè non stanno in Tv.

Loro, invece scrivono :”Noi della sinistra dobbiamo essere più incisivi su questi temi; o preferiamo prenderci le calunnie del Premier e piangere perchè non stiamo in Tv.

Hanno copiato anche gli errori ortografici, ma si sono ben guardati dal cambiare la terza persona plurale in prima persona plurale.

Una mia critica è diventata un loro pensiero

La cosa che più mi rammarica però è questa:
Possibile che i DS siano così a corto di idee da dover copiar da un blog idee altrui e farle proprie?

Aggiornamento : il 22 Febbraio dopo la polemica vengono cancellati i contenuti, non la pagina, e viene pubblicata una rettifica che riconosce la paternità dell’articolo. Pur considerandone i contenuti “condivisibili” preferiscono toglierlo di mezzo piuttosto che scriverci un semplice e più corretto “tratto da”.
Se si condividono le parole altrui perchè non continuare a pubblicarle, mi chiedo?
Magari non era propriamente quello l’intento…

Commenti 15 Commenti »

Calderoli l’addomesticato

di SKA su Satira il 18 Febbraio 2006, 22:16

image
Mi viene un po’ da ridere quando sento parlare del Ministro Calderoli come di un pazzo, per usare il termine più elegante che ho sentito sino a stasera.

Mi viene addirittura da sganasciarmi quando leggo che Calderoli col suo gesto della maglietta voleva addirittura citare Voltaire.
Ullalà , addirittura, e perchè non Socrate?

Con buona pace degli alternativi-per-forza che vogliono erigersi a paladini della libertà d’espressione sino ad arrivare alla difesa di provocatorie offese e populismo, non credo che il Ministro Calderoli abbia la benchè minima idea di chi sia Voltaire.
Magari ne ha letto qualcosa nei Baci Perugina. Ecco.

La Lega è da sempre il carro armato di Forza Italia.
Dicono quello che i moderati italoforzuti non possono dire. Ma vorrebbero.
E Calderoli è il solito bamboccione che fa tutto quello che gli si dice di fare.

Le camere sono già sciolte. Il governo ha finito il suo mandato.
Inizia la campagna elettorale.
A chi volete che importi se da un governo già sciolto si dimette il Ministro delle Riforme Istituzionali?

A nessuno. Tanto vale usarlo come arma di propaganda elettorale.
Se poi ci scappa qualche morto che vuoi che sia.
Tanto pure a Gheddafi che gli frega. In affari ci si da sempre una mano.

Se non dovesse funzionare, si può sempre usare il capoccione di Calderoli come Ariete.

Piano Magic ?? The nostalgist

Commenti 3 Commenti »

Tav-ti Saluti

di SKA su Satira il 14 Febbraio 2006, 17:27

Oggi è S.Valentino e non me ne frega una mazza.
Tanto per dire.
Quello che provo lo dico ogni giorno dell’anno, non c’è bisogno che me lo dicano una multinazionale o la Tv.
Chiuso il discorso.

Ero venuto per parlare d’altro, ma ho appena visto che Beppe Grillo mi ha rubato le parole
Ormai ci sono e ribadisco il concetto.

Ha ancora senso che il Comitato NO-TAV protesti in maniera così decisa e massiccia, se poi Prodi mette già le mani avanti dicendo “La TAV si farà , punto e basta.
Punto e Basta?

Ma una volta la sinistra non era quella che ascolta i cittadini ?
Che si occupa di problemi sociali?

Caro Prodi, stai iniziando a far di nuovo cazzate ancor prima di andare alle urne?

Stanotte ho sognato tutti gli esponenti della sinistra e tutti gli esponenti della destra gozzovigliare all’interno di una casa comune con vino e puttane.

Stamattina svegliandomi ho realizzato di aver sognato La Fattoria degli Animali di Orwell.

Vorrete scusarmi per lo sconveniente paragone.
Mi rivolgo ai porci, ovviamente.

PGR - Ah! Le monde

Commenti 2 Commenti »

Quando se la faceva coi comunisti

di SKA su Satira il 13 Febbraio 2006, 00:39

image
Ma se uno dice che Berlusconi se la faceva coi Comunisti commette peccato?

Ormai l’ho detto.
Succede che nel lontano 1988 la Publitalia ’80 di Silvio B. realizza una partnership con la tv di Stato dell’Unione Sovietica e la chiamano Progresso Informazione Pubblicità .
E succede anche che grazie a dirigenti del PCI ottiene il monopolio della raccolta pubblicitaria delle aziende Europee per piazzare la pubblicità in URSS.

Nell’articolo di Diario da cui sono tratte queste informazioni, si parla anche della Movicoop : una cooperativa Cossuttiana (rossa e corrotta, direbbe oggi Silvio B.) in stretti rapporti d’affari con la Fininvest.
Neanche a dirlo.
Per approfondire leggetevi il libro Il Rosso & il Nero di Roberto Di Fede.

Solita cronaca. Nessuno vi chiede di stupirvi.

E’ il Capitalismo, bellezza.

Germs - Communist Eyes

Commenti Nessun Commento »

Olimpiadi in appalto

di SKA su Il Terzo Occhio il 11 Febbraio 2006, 14:53

image
Dicono che le Olimpiadi portino lustro al paese organizzatore.
Probabilmente sì, ma solo per quel breve periodo di gare.
Poi restano solo milioni di euro spesi per la costruzione di ammodernamenti alla città di cui spesso non si sente il bisogno e che poi vengono pagate in larga parte da soldi pubblici.
Ma non è questo il punto, quindi sorvolo.

Ammetto che vedere atleti provenire da tutto il mondo mette sempre una certa emozione.

Ma è veramente obbligatorio amare queste Olimpiadi ?

Un baraccone edulcorato al cui interno vivono, o quasi, atleti presi in appalto dalle multinazionali più avide e spietate.
Un evento mediatico che fa semplicemente da contorno al colosso pubblicitario che è reale motore e fulcro di tutto.
Una reale macchina da soldi

Gli atleti che vi partecipano conservano ancora intatto quell’ideale di sport
Gli sponsor invece?
E gli spettatori?

Insomma, cosa ne pensate delle Olimpiadi?

Xiu Xiu - Bog People

Commenti 1 Commento »

Liberitutti, o quasi

di SKA su ControInformazione il 9 Febbraio 2006, 12:32

Il programma Liberitutti ” ha violato l’atto di indirizzo sull’informazione nel periodo pre-elettorale, in particolare i principi di “completezza e correttezza dell’informazione, obiettività , equità , lealtà , imparzialità , pluralità dei punti di vista e parità di trattamento“.

Con questa motivazione l’Authority ha multato Mediaset con 150.000 euro.

L’ Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni è un´autorità indipendente e risponde del proprio operato a tutto il Parlamento che ne stabilisce i poteri e ne elegge i membri.
Il Presidente, ad oggi Calabrò, viene eletto su proposta del Presidente del Consiglio d’intesa col Ministro delle Comunicazioni.
Gli 8 Commissari vengono eletti da Camera e Senato, di cui gli attuali Presidenti sono Pera e Casini.
Ciascun senatore e ciascun deputato esprime il voto indicando due nominativi precisi.

“L’Authority è ormai un organo politico. E’ scandaloso che si prendano iniziative come questa assolutamente ingiustificate e ingiustificabili”.
“è una iniziativa politica, altro che autorithy: quello non è più un organo di garanzia, ma è diventato un organo di battaglia politica”

questo è quello che ha detto il Presidente del Consiglio, ma anche proprietario di Mediaset.

In favore della multa hanno votato il Presidente dell’Agcom, nominato su proposta del Presidente del Consiglio stesso e gli altri membri nominati indipendentemente da ogni membro di Camera e Senato.

Un organo indipendente che si occupa di Garanzie e Pluralismo non dovrebbe multare una rete televisiva che occupa 3 ore+replica esclusivamente in favore dell’attuale Presidente del Consiglio, per giunta proprietario della rete multata (Rete4), e candidato per le prossime elezioni?

Ciò che c’è di scandaloso è soltanto che il capo del Governo si scagli contro un organo statale per portare avanti la propria campagna elettorale.

Subsonica - Liberi Tutti

Commenti Nessun Commento »

continua ciampisssstory

di alcambi su Satira il 7 Febbraio 2006, 15:32

Cadreghino d’eccellenza
servirà per l’occorrenza
Già pregusto e riconfermo
la sinistra non la fermo
Si sta bene al quirinale
quando ceno col caviale
Sarò degno successore
sono azelio gran signore
Se farò brutta figura
con il freddo e coll’arsura
saran presto ritirate
le parole incontrollate
Par condicio ad ogni costo
fustighiamo chi s’è opposto
Consentir l’apparizione
giorno e dì televisione
ci danneggia enormemente
il sondaggio della gente
I progetti sono fatti
guai finire insoddisfatti
Con la macchina gioiosa
speravamo in ogni cosa
Senonché da berlusconi
ricevemmo sganassoni
Orsù dunque da sinistra
raccomando buona vista
Pregustiamo la gran festa
senza perdere la testa
Tutti contro berlusconi
che sia tolto dai maroni!!!!!

alcambi

Commenti Nessun Commento »

Boccaloni delle Vignette

di SKA su Satira il 6 Febbraio 2006, 14:46

Ma credete davvero sia possibile che tutto questo casino possa essere partito da delle vignette?
Perfino di infima fattura, se mi è permesso.

Il mondo Islamico a cui è stata oramai dichiarata guerra aperta dalle istituzioni “democratiche” e dalle istituzioni Cattoliche, credo abbia uno o due motivi in più per protestare, bruciare ambasciate ed incazzarsi.
Non difendo ne giustifico nessuno : nel nostro stato di Diritto questi atti sono criminali e come tali considerati. Punto.

Se il dito indica la Luna, l’imbecille guarda il dito.
E noi stiamo a guardare le vignette.
Ci vuole tanto poco per mobilitare ed incendiare una massa di persone che già sentono la pressione della discriminazione e dell’odio contro di loro.
Come è stato dall’11 Settembre in poi assistiamo esclusivamente a macchinazioni di Governo atte alla creazione di un nuovo nemico e per l’autoconservazione delle Democrazie.
Per paura che i cittadini delle Democrazie si sveglino e si rendano conto che sono stati presi per il culo e quindi insorgano è bene creare un nuovo nemico.

Guardatevi indietro, anche solo nel secolo passato, l’autoconservazione degli Stati (anche i più autoritari) si è sempre basata sulla costruzione di un nemico da combattere.

Un Nemico che di tanto in tanto si fa vivo e crea terrore e paura.
La Paura ci rende ciechi, ci fa stare a casa e non ci fa pensare ai problemi interni.
E siamo così addomesticati

E poi parliamoci chiaro.
Chi sta facendo tutto questo casino neanche le ha viste le vignette.

In tutto questo il Vaticano, o meglio Ratzinger, dice che la soluzione ad ogni problema è l’amore di Cristo.
Ah sì? Io pensavo fosse il confetto Falqui

Commenti 2 Commenti »

ciampisssstory

di alcambi su Satira il 4 Febbraio 2006, 15:32

Di Cossiga l’intuizione
decretata è l’assunzione
General governatore
aumentata è linflazione
Letterato di poesia
servirebbe economia
Con la dotta professione
pensò sia svalutazione
Svalutata la liretta
fù chiamato in tutta fretta
tra favori e due litigi
trasferì a palazzo ghigi
Giù applausi di sinistra
non appena entrato in pista
A Cossiga lo indispone
ripensando alla pensione
L’adorata mogliettinna
per Cossiga era franchinna
Fù più tardi gran ministro
grato a Prodi già sinistro
Berlusconi il criminale
lo insediò sul Quirinale
preparandogli un futuro
di sorrisi e muso duro
Ogni giorno tra la gente
si ritrova incontinente
E’ sicuro che non mente
con la predica indecente
Sempre pronto a rimandare
ogni legge da rifare
Per finire con giudicio
tira sù la par condicio
Ringraziando Berlusconi
lo vorrebbe a pecoroni
contra lege ed obiezioni
fino al dì delle elezioni

continua alcambi

Commenti 1 Commento »

2 pesi 2 misure

di SKA su Il Terzo Occhio il 1 Febbraio 2006, 14:39

Pensate ancora che l’Università sia ancora una palestra per la mente ?
Pensate ancora che all’Università ci sia spazio per il pensiero e non solo per la nozionistica ?
Pensate ancora che i docenti valutino ciò che avete capito e non solo ciò che avete imparato a memoria?

Pensate male.
Oppure avete la fortuna di frequentare un’Università degna di tale nome.
Io non ce l’ho.

Qui gli esami sono pillole di nozionistica
Qui gli esami vanno in base al tuo status sociale e al tuo conto in banca
Qui gli esami sono un gioco al massacro tra studenti.
Ti valuto in base a ciò che non ha detto lui.
Ti valuto in base a ciò lui ha detto al posto tuo
Qui gli esami si fanno in 2 o 3, per stare in compagnia. no?
Qui gli esami sono basati su libri scritti ed autovalutati dagli stessi Professori.

Guai ad uscire dal seminato.
Il loro orgoglio, la propria autoreferenzialità e la loro spocchia non consentono altre interpretazioni.
Io dico questo, lì c’è scritto questo e tu devi dirmi questo.

Se parliamo di Statistica, di Fisica, Matematica, Biologia è ovvio.
Non è ovvio se parliamo di Filosofia.
Non è ovvio se parliamo di una tua interpretazione della Storia.

Come avrete capito non mi piace questo modo di fare Università .
Come avrete capito non mi piace la mia Università .
Qual’è? Scienze politiche alla Tuscia

P.S. Che sito di merda

Never90 - Annega

Commenti 3 Commenti »

Mi sento minacciato

di SKA su Satira il 31 Gennaio 2006, 11:54

Non l’ho scritto prima perchè capisco soltanto ora la vera utilità del nuovo decreto legge sull’autotutela armata in un privato domicilio.

Si potrà utilizzare “un’arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo al fine di difendere la propria incolumità “.

Nel vedere le facce di Berlusconi, Dell’Utri, Cuffaro, Andreotti, Jannuzzi ecc… mi sento sinceramente minacciato.
Se loro sono stati indagati e condannati per reati di Mafia potrebbero ledere la mia incolumità .

In questo caso posso usare un’arma legittimamente detenuta oppure devo usare un altro mezzo idoneo ?

Che ne so. Magari del tritolo.

C.S.I. - Spara Juri

Commenti 1 Commento »

Democrazia e Memoria

di SKA su Notizie Commentate il 27 Gennaio 2006, 16:01

“Una democrazia senza valori si converte facilmente in un totalitarismo aperto oppure subdolo, come dimostra la storia”.
Bisogna lavorare affinchè “cresca il consenso attorno a un quadro di riferimenti condivisi e
bisogna portare “fedeltà alla democrazia, che sola può garantire l’uguaglianza e i diritti per tutti” ed ha rinnovato l’idea per cui “la giustizia è il banco di prova di un’autentica democrazia”.

No, non sono parole di Bush. E’ Papa Benedetto XVI

E lo dice nella giornata della Memoria (link laico)

Cos’è un Totalitarismo Subdolo ?
Non è forse l’imposizione di un’ideologia, al di fuori della quale si cade nell’ambito dello sbagliato ?
Non è forse l’imposizione di valori da condividere al di fuori dei quali si viene emarginati?
Non è Totalitaristico pensare che la Democrazia, o perlomeno questa Democrazia sia il migliore dei governi possibili, la fine ultima dell’Uomo.
Oppure il Bene Assoluto?
Non è Totalitaristico considerarlo un valore così universale da sentirci in dovere di esportarlo, anche con la forza, presso popolazioni che hanno storia, vissuti e istituzioni completamente diversi da noi?
Nella storia dell’uomo si sono vissuti decine di sistemi di governo differenti fra loro ed ognuno di loro aveva la presunzione di considerarsi il migliore.
Perchè noi dovremmo far differenza?

La Democrazia ha veramente sopperito ai problemi di Giustizia, Uguaglianza e Libertà fra gli uomini?
No. Perchè dovremmo essere noi i giusti ?

Tocqueville, Mill, Rousseau, Constant non teorizzavano questo.
Ed invece ora è questo quello che ci passano per Democrazia.

La Democrazia che viviamo non è la vera Democrazia.
Questa è una truffa, una finzione.
Una parodia di noi stessi.
Una convinzione.

Massimo Fini scrive :
la Democrazia è un modo per metterlo nel culo alla gente col suo consenso

Come dargli torto?

per la giornata della memoria, dedico questa canzone

Francesco Guccini - Auschwitz

Commenti 2 Commenti »

Pecorella smarrita

di SKA su Satira il 25 Gennaio 2006, 18:50

Lo studio porta via tempo, non è più come prima e non ci sono neanche più le mezze stagioni.

In compenso prendo al balzo le parole di Pierferdinando Casini sull’emanciparsi da Berlusconi
Quindi ne parlo ancora.

Dopo il rinvio di Ciampi della legge sull’inappellabilità per chiari ed evidenti profili di incostituzionalità , un capo del Governo dovrebbe perlomeno prendere in considerazione quegli stessi rilievi.

Ecco cosa dice il 20 Gennaio
“La legge Pecorella sull’inappellabilità delle sentenze di assoluzione è un provvedimento sacrosanto, ma lo modificheremo seguendo i rilievi del capo dello Stato“. (Silvio Berlusconi a Porta a Porta, Ansa).

Salvo poi auto-smentirsi ben 2 giorni dopo. Un record.
“La legge Pecorella? Noi la riapproviamo così com’è“. (Silvio Berlusconi, la Repubblica, 22 gennaio 2006).

Un genio.
Dicono sia riuscito a smentirsi anche il giorno dei suoi 2 matrimoni
“Lo voglio”…
“cioè, volevo dire no, non lo voglio”…
“mi avete frainteso, volevo dire lo voglio”…

Commenti 1 Commento »

Lifting al cervello

di SKA su Notizie Commentate il 22 Gennaio 2006, 00:55

Ormai è andato completamente fuori di testa.
Cioè, ma là fuori c’è ancora qualcuno che gli dà retta?
Per favore, me lo faccia sapere. Lasci un commento.

Ecco cos’è arrivato a dire ieri.

“Il sistema delle cooperative è un sistema che non può essere tollerato”
“Le cooperative «sono di supporto ad un partito che sta sull’agone politico”
“Il sistema delle cooperative non paga le tasse

Ma lo sa cosa sono le Cooperative il Sig. Presidente del Consiglio?
Lo sa ci sono migliaia di cooperative che si occupano di solidarietà e di servizi?
Che molte sono Onlus. Lo sa?
Che godono di questi benefici per legge proprio perchè non sono società a scopo di lucro e che quindi sarebbero destinate a morire all’istante?
Lo sa che in molte cooperative lavorano dei volontari?

Non per tutte è così e ci mancherebbe.
Ma buttare merda su tutto il sistema delle Cooperative è insultare tutti coloro che si occupano di disabili, di servizi sociali, di integrazione al lavoro
Servizi che lo Stato può fornire proprio grazie a loro.

Sa una cosa Sig. Presidente del Consiglio?
Quei ragazzi che lavorano nelle cooperative per 800 euro al mese si occupano anche di anziani.
Credo che da oggi vorrebbero tanto occuparsi anche di Lei

P.S. E poi senta, lei che parla di Amnistia è veramente scortese.
E’ scortese nei confronti del suo amico socialista Bettino Craxi che nell’89 la salvò dalla condanna per falsa testimonianza nel processo sulla P2.

Con la delocalizzazione deve aver perso qualche etto di memoria.

Commenti 4 Commenti »

Grande Fratello Silvio

di SKA su ControInformazione il 20 Gennaio 2006, 00:52

Ha ragione chi parla di bulimia televisiva del Presidente del Consiglio.
Ha ragione anche chi parla di invasione o guerriglia mediatica, perchè è evidente.

Ma il fatto di vedere solo lui e le sue chiacchiere, porta all’istintivo riflesso di non parlare d’altro.
Si occupa più spazio possibile per non parlare di nient’altro.
Che ne so, magari per non parlare più delle dichiarazioni inutili alla magistratura sul Caso Unipol.
O per non far parlare delle accuse ancora pendenti di i appropriazione indebita aggravata, frode fiscale e falso in bilancio.
O per non parlare dell’invito a comparire per rispondere della corruzione giudiziaria del teste David Mills recapitatogli mesi fa, a cui non ha mai risposto.
O per non parlare delle presunte tangenti versate ad Alemanno da Parmalat

O magari, ma proprio in conclusione, per non parlare del controesame nell’aula bunker di Firenze che vede tra gli imputati Toto “Vasa Vasa” Cuffaro, colui che è definito anche come uomo di Berlusconi, con l’accusa di favoreggiamento aggravato a Cosa nostra.

Quelli del centrosinistra pur di non dire niente di tutto ciò, preferiscono prendersi le calunnie del Premier e piangere perchè non stanno in Tv.

Ecco, il lavoro del pagliaccio è proprio questo.
Distrarci.

Caparezza - L'età  dei Figuranti

Commenti 2 Commenti »


extra

WTF?

Giornalista, web designer e pubblicitario. Da blog di protesta negli anni in cui i blog andavano di moda, questo spazio è diventato col tempo uno spazio di riflessione e condivisione. Per continuare a porsi le giuste domande ed informare se stessi.